Nelle grandi città è già un fenomeno “trendy” da qualche anno. Poco conosciuto invece in provincia. Puoi cenare a casa tua come al ristorante con lo Chef a domicilio. È in aumento il numero di maestri di cucina che si orientano verso questo nuovo business. Sono volti nuovi, ma anche Chef affermati che gestiscono questa nuova forma di attività in parallelo al loro ristorante. In rete si trovano numerosi siti che pubblicizzano il servizio. Esiste anche una “Federazione nazionale personal chef” con tanto di codice deontologico e già si può  scaricare un Ebook che insegna come intraprendere questo mestiere.
La tendenza, manco a dirlo, viene naturalmente dagli Stati Uniti dove è un servizio molto richiesto. Per gli americani avere uno Chef a casa é un po' come avere un artista a disposizione. In Italia è agli inizi anche se promette bene a leggere le testimonianze di quelli che hanno deciso di cimentarsi in questa sfida.
C'è ancora molta curiosità verso questa forma di ristorazione. La gente continua ad andare a cena, ma ci sono professionisti, imprenditori, notai, avvocati, che decidono di servirsi dello Chef a domicilio per le occasioni più disparate: una cena importante di relazione senza tanta pubblicità, un pranzo di lavoro, un light lunch, un anniversario di matrimonio, un compleanno speciale o anche una serata indimenticabile a lume di candela. A casa gestisci l'ambiente al meglio, non ci sono bambini che urlano, non c'è ressa, non sei gomito a gomito con gli altri commensali e decidi tu il menù. Praticamente ti portano il ristorante a casa ma senza provocarti fastidi. Al termine puliscono tutto come se non ci fossero mai stati. Le donne ne saranno felici. Possono perfino imparare trucchi del mestiere. È un'idea molto interessante se ci pensate. Lo Chef ti cucina davanti agli occhi e risponde alle tue domande. Diventa un elemento di curiosità e interesse anche per gli ospiti. Nelle grandi città esistono proposte anche per i più piccoli con mini corsi di cucina compresi, per educare già i pargoli alla civiltà della tavola e al gusto.
Gli Chef che offrono questo servizio sono molto organizzati e disponibili a spostarsi ovunque. Anche se siete in vacanza, magari in barca a vela. Una volta contattati, studiano con il cliente la finalità della cena, propongono i piatti, gli abbinamenti con il vino, possono procurare anche un sommelier e i camerieri. Spesso fanno un sopralluogo. Il giorno della cena fanno la spesa dai loro fornitori, nelle loro botteghe specializzate e si presentano a casa completi di strumentazione e, se richiesto, anche il tovagliato. Poi iniziano a creare.
Le tariffe variano in base ad alcuni parametri: tipo di soluzione (buffet o cena), numero di commensali e pietanze, tipologia dei vini e lontananza del luogo. Si oscilla tra i 15 euro del buffet agli 80/90 euro per la cena. Prezzi importanti ma non proibitivi per una cucina di classe: a casa e di sicuro effetto per gli ospiti.
(Pierangelo Raffini)