Medicina. Un argento e un bronzo per Livia Quartieri e Lorenzio Marani, atleti della società  Taekwondo Medicina, ai Campionati italiani cadetti di Taekwondo che si sono svolti il 17 e 18 marzo 2012A a Lecce. Guidati dal maestro Giandomenico Scutti, i due portacolori della società medicinese si sono distinti tra gli oltre 200 atleti partecipanti, classe 1998 – 1999, cinture rosse e nere, che si sono incontrati nel quadrato di combattimento del palasport S. Giuseppe da Copertino. Una giornata tanto adrenalinica quanto faticosa e per alcuni, come Livia e Lorenzo, coronata anche da un ottimo piazzamento che ha ripagato egregiamente gli intensi mesi di diete ferree ed estenuanti allenamenti.
La prima a scendere sul quadrato è stata Livia, cintura nera classe ’99 che ha combattuto nella categoria -44 kg: la gara dell’atleta medicinese è iniziata subito in salita con un parziale di 5 a 1 nel primo round e di 11 a 7 nel secondo a favore della sfidante. Ma (per fortuna) nel taekwondo ci sono tre round da 1.30 minuti ciascuno e Livia proprio nell’ultimo ha tirato fuori la grinta ed è riuscita a raggiungere in extremis il pareggio, costringendo l’avversaria, la pugliese Sara Dambra (Olympic Studio Cerignola), sul 13 pari. Dopo qualche controversia arbitrale che ha sospeso l’incontro per alcuni minuti, si è giunti al golden point e la nostra atleta è riuscita ad aggiudicarsi il match, infliggendo il colpo decisivo dopo pochi secondi dall’inizio del round supplementare. Nel secondo incontro Livia ha combattuto contro un’altra atleta pugliese, Laura Palazzo (Taekwondo Olympic Giannone), e ne è uscita vincente ancora una volta, stabilendo il punteggio sul 7 a 4: Livia è in finale. Nel match contro Radaelli Francesca (Asd New Marzial Mesagne) la superiorità dell’avversaria, campionessa in carica nella categoria junior cinture nere e convocata per i mondiali, è stata evidente fin da subito e Livia si è dovuta arrendere, seppur combattendo con determinazione, e accontentarsi della medaglia d’argento.
Poi è stato il turno di Lorenzo Marani, cintura nera classe ’99, che ha gareggiato nella categoria -41 kg. Lorenzo nel primo combattimento contro Andrea Corso (Asd Canguro)  è riuscito a raggiungere già nel primo round il punteggio di 7 a 0, mettendo in evidenza tutte le sue doti tecniche e di rapidità di movimento, indispensabili in una categoria di pesi leggeri come la sua. Dopo la parità che è riuscito a raggiungere lo sfidante nel secondo round, Lorenzo si è aggiudicato meritatamente il match con il punteggio di 11 a 9. Salito nuovamente nel quadrato di combattimento per affrontare Lipari Gianluca (Ass. Sport TKD Lee), i due atleti si sono equivalsi per tutta la durata dei tre round, giungendo al golden point ancora in assoluta parità con il punteggio di 8 a 8: terminato il quarto round e rimasto stabile il punteggio, gli arbitri dopo una breve consultazione hanno decretato vincitore Gianluca Lipari, nonostante la buona prestazione dell’atleta medicinese che gli ha consentito di salire comunque sul podio aggiudicandosi il bronzo.
Il maestro Giandomenico Scutti, cintura nera quarto dan ed ex atleta agonista, che allena i bambini ed i ragazzi nelle palestre di Medicina, Budrio e Vedrana, si dichiara soddisfatto e orgoglioso dei suoi ragazzi. E’ stato ripagato pienamente del lavoro svolto con questi due giovani atleti ai quali si prospetta un buon futuro nel mondo dell’agonismo, in quanto entrambi sono stati visionati e selezionati dai tecnici della squadra regionale del taekwondo Emilia Romagna. A dimostrazione del buon lavoro svolto dalla società Taekwondo Medicina, oltre a Livia e Lorenzo si sono distinti a livello nazionale anche Arianna Gemini, prima classificata ai Campionati italiani Juniores, Mattia Nanetti terzo classificato nella categoria Senior così come Lucia Bragaglia, anch’essa giunta terza nella medesima categoria.
(Ottavia Quartieri)