Romagna. Prenderà il via il 25 marzo da Imola la “Settimana antimilitarista” che prevede iniziative in diverse città romagnole. Domenica 25 marzo appuntamento a Imola (centro sociale “La stalla” – via Serraglio 20/B) a partire dalle ore 12.30 con un pranzo vegan benefit il cui ricavato andrà distribuito tra Coala e Gatto Nero (le due cooperative che gestiscono rispettivamente canile e gattile di Imola). A seguire “Guerra contro gli animali”, discussione sullo sfruttamento degli animali in guerra e riflessioni antispeciste e antivivisezioniste. L’iniziativa è organizzata dal gruppo “Oche selvatiche antimilitariste”, in collaborazione con “Oltre La Specie” (Milano) e Lega antivivisezione (Bologna).
Per informazioni e contatti: imola_antimilitarista@autistici.org

Le “Oche selvatiche”
Si tratta di un gruppo di cittadini, riunitosi per promuovere iniziative di sensibilizzazione sul territorio imolese. In occasione del ciclo di eventi che caratterizzerà l'ultima settimana di marzo 2012 in tutta la Romagna, le “Oche selvatiche” si sono inserite per proporre uno spunto di riflessione su un volto del militarismo poco dibattuto, quale lo sfruttamento degli animali per scopi bellici e, per estensione, per sottolineare il fortissimo impatto che l'essere umano, anch'esso animale, esercita sugli altri esseri viventi. Da qui l’idea di abbinare al dibattito una raccolta fondi che sarà totalmente destinata a finanziare l'attività di Coala e Gatto Nero, le due cooperative che attualmente gestiscono il canile e il gattile del Comune di Imola. Grazie all'ottimo lavoro svolto da operatori e volontari, non solo è possibile curare il benessere di cani e gatti abbandonati, molti dei quali subiscono traumi fisici e psicologici gravissimi, ma anche arginare il problema del randagismo che, tristemente, affligge moltissimi comuni italiani.