Medicina. Incontro del “Comitato per il diritto alla salvaguardia della salute del circondario imolese” martedì 24 aprile, ore 20.45, alla sala Auditorium (via Pillio 1). Dopo le manifestazioni di Medicina ed Imola dell'autunno 2011 per salvare l’ambulanza notturna “Imola 37” del 118, dopo la consegna delle 2700 firme raccolte al presidente del Circondario imolese, Daniele Manca, il comitato fa il punto della situazione con Davide Galazzi (Cisl Funzione pubblica) e Giovanni Mascolo (Cgil Medici). Coordina Kim Bishop (portavoce del Comitato).
Il Comitato lavora attivamente sul territorio da ottobre 2011. Ha organizzato le manifestazioni del 22 ottobre a Medicina e del 3 dicembre a Imola, con l’adesione di più di 1000 persone,  per cercare di scongiurare il taglio dell’ambulanza notturna del 118 posizionata a Medicina, ma integrata sul territorio circondariale e oltre, e di non fare chiudere il servizio di radiologia a Medicina.
Le manifestazioni hanno impedito al chiusura netta del servizio con l'aggiunta del mezzo della Croce rossa per la copertura notturna del 118 (3 ambulanze totali nel Circondario, due Ausl, con personale sanitario, e una Cri). “Andare a Imola ha significato per noi protestare sotto il ‘portone’ del palazzo dove risiede chi decide, cioè il Circondario imolese – afferma Kim Bishop -. E’ li che è stato approvato il piano sanitario (Pal dell’Ausl di Imola) firmato da tutti i Sindaci del Circondario Imolese che ha previsto questi tagli, ed è li che deve  arrivare il messaggio dei cittadini che non accetteranno di vedere distrutta la sanità pubblica di qualità. Il Comitato ha scelto ora di non occuparsi più unicamente della battaglia del 118 che tuttavia rimane aperta (vogliamo infatti il ripristino del servizio pubblico e qualificato del 118!!) ma anche di approfondire le sue competenze sulle problematiche legate alla struttura ospedaliera di Imola a partire dall’area critica (emergenza). Anche se avessimo un sistema di ambulanze del 118 efficientissimo, esso varrebbe poco se poi il servizio di pronto soccorso è scadente! Nella battaglia contro le politiche di tagli dello stato sociale, avere un sistema pubblico efficiente è fondamentale. La situazione generale dell'Italia è gravissima, lo sappiamo. Non possiamo permettere, però, che la salute dei cittadini sia moneta con cui viene pagata la crisi. Altri possono e devono pagare”.

Comitato per il diritto alla salvaguardia della salute del circondario imolese: associazione i Picari di Medicina, Comitato per la salubrità ambientale di Medicina, Legambiente ImolaMedicina, Cisl Funzione pubblica Imola, Uil Imola, Cgil Funzione pubblica Imola, Cgil Medici, medicinAlternativa, Prc, Pdci, Sel, Idv, Movimento 5 Stelle Imola, Federazione PSI Imola e Medicina, Lista civica Buon Senso di Mordano, Aics Imola, Ecologisti e Reti Civiche Medicina, Pensieri Democratici.
Informazioni: comitatoambulanza118@gmail.com – tel. 328/4597133