Imola. “Provare ad abbandonare le reciproche ostilità… per costruire qualcosa insieme” è lo slogan dell’iniziativa organizzata sabato 5 maggio, ore 15, a l’Altro Caffè (piazzale Vittime dei Lager Nazisti 5), dal Consiglio dei cittadini stranieri e apolidi della Provincia di Bologna, con la collaborazione dell'assessorato Pari opportunità del Comune di Imola e la Consulta cittadina degli stranieri. “Questa iniziativa è una occasione di incontro e di confronto tra donne che vivono lo stesso periodo storico ed affrontano sfide, forse, simili. E’ un pomeriggio per parlare di donne native e migranti e di rapporti fra generazioni, un dialogo fra donne che affonda nello stacco che ha impedito alle donne di età diverse di mettersi assieme per costruire un’alleanza e con piacere, abbiamo dato il patrocinio all'iniziativa e con altrettanto piacere, ne diffondiamo l'informazione” sottolinea l’assessore alle Pari opportunità, Donatella Mungo.
Verrà proiettato il cortometraggio “Libere”, atto unico di Cristina Comencini con Lunetta Savino e Isabella Ragonese ed a seguire si terrà il dibattito con Erika Agresti, psicologa, Hayat El Youssoufi, segretaria e componente del Consiglio dei cittadini stranieri ed apolidi della Provincia di Bologna, Muriel Pavoni, scrittrice, Donatella Mungo, assessore alle Pari Opportunità del Comune, Driss Jalal, rappresentante del Consiglio provinciale degli stranieri presso il Nuovo Circondario imolese e Sanaa Elorch, componente della Consulta comunale dei cittadini stranieri di Imola.