Imola. L’avevamo accennato la settimana scorsa. Mancava un passo alle ragazze di Solovolley A nel campionato di 2ª Divisione per conquistare la promozione nella categoria superiore. Mancava un passo apparentemente semplice, ma si sa, il volley a volte gioca brutti scherzi e quando si pensa di avere il traguardo in tasca ci si trova con un pugno di mosche in mano, per un soffio. Rimanere in tensione fino all’ultima partita come a metà campionato sapendo che sul filo di lana ci si gioca la stagione, è complicato. La squadra della Gioiellieri tuttavia ha centrato l’obiettivo vincendo in casa sabato contro l’Atletico per 3 a 0. Un tie break sarebbe stato già fatale per le imolesi, ad un solo punto in classifica dalla diretta inseguitrice. E del resto all’andata la vittoria era arrivata proprio al tie break per soli due punti. Incontro non scontato, quindi, nonostante la distanza in classifica tra le due avversarie. Nonostante una formazione non al massimo (fuori la Pedrazzi per una distorsione e diversi acciacchi occorsi in settimana) e dopo un secondo set a rischio, nel terzo set le ragazze di Solovolley hanno perentoriamente chiuso l’incontro sul 25 a 11 con una Carè in regia decisiva nelle ultime azioni di gioco. Chiusura in bellezza di una stagione non priva di ostacoli e scivoloni.
In bellezza ha chiuso anche la squadra di Negrini che ha vinto in casa contro l’Antal Pallavicini avanti in classifica di oltre 10 punti, per 3 a 1, concludendo il campionato al sesto posto. Una conclusione di stagione che difende la posizione in categoria col piazzamento a metà classifica anche se  un poco sotto tono rispetto all’avvio e con l’infausta penalizzazione della sconfitta a tavolino della settimana scorsa.
Nel campionato di 3ª Divisione, il Vip Ozzano ha avuto la meglio in casa contro la squadra della Venturi che ha ceduto alle avversarie per 3 a 0.
Nel torneo “Braglia”, le giovanissime dirette dalla White si sono imposte contro il Csi Clai Solovolley della Valvassori per 2 a 0.