Imola. Mentre il Sindaco, Daniele Manca, procede a passo spedito verso la costituzione della società di scopo che dovrebbe inglobare al suo interno gli 80 dipendenti comunali del settore manutenzioni, si alza il tono della protesta. Sabato 12 maggio diverse centinaia di lavoratori e cittadini si sono radunati in centro storico a Imola per contestare la scelta del sindaco sulle note di “Bella Ciao” che per l'occasione è diventata “Manca Ciao”.
Nel frattempo la Cgil ha inviato una lettera aperta al sindaco dove si chiede trasparenza e un percorso condiviso.
Arriva anche il no dell’associazione Attiva che, oltre a esprimere i suoi dubbi, propone al sindaco di riprendere la trattativa con il sindacato su altre basi: “Sospendere la costituzione della nuova società, avviare un periodo di sperimentazione di una nuova organizzazione interna delle risorse umane e del lavoro basata su nuovi criteri di programmazione, controllo e produttività condivisi con i lavoratori, misurare i risultati della sperimentazione e qualora i risultati non fossero positivi valutare la possibilità di aggregare i servizi che si vogliono esternalizzare alle società in house già esistenti come Area Blu e Sicim”.
La foto è stata tratta dal profilo Facebook del consigliere comunale Andrea Zucchini, che ringraziamo per la disponbilità.

Guarda la protesta sulle note di “Bella Ciao” >>>

In allegato i comunicati integrali di Cgil e Attiva