Imola. Alle 9 di questa mattina una forte scossa di terremoto ha colpito nuovamente la nostra zona. La scossa, di magnitudo 5.8 della scala Richter, ha come epicentro la zona del modenese. Il Comune di Imola ha subito allertato la Protezione vivile, la Polizia municipale, i servizi Manutenzione e Opere pubbliche, che stanno procedendo alle verifiche degli edifici pubblici e ad uso pubblico, a partire dalle scuole. Al momento non si registrano danni a persone o cose.
Ma cosa c’è però alla base di queste continue scosse? L’istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha spiegato il motivo. All’origine di quest’ultimo terremoto dovrebbe esserci la rottura di una nuova faglia, infatti le scosse di maggiore intensità sono avvenute nella parte occidentale dell’arco di 40 chilometri interessato dal terremoto del 20 maggio. Ma è possibile proteggersi da queste catastrofi naturali? In caso di terremoto le regole da seguire sono molto semplici. Nel momento in cui si avverte la scossa attendere che termini rifugiandosi sotto uno stipite o un tavolo robusto. Al termine delle scosse dirigesi immediatamente fuori da qualsiasi edificio senza usare ascensore e, se possibile, senza accendere le luci. Una volta usciti è importante guardare in alto e  controllare di non essere sulla traiettoria di oggetti vari. E in fine rifugiarsi in luoghi ampi e sicuri come piazze o parcheggi.