Bagnacavallo (RA). 6000 occhi puntati sulla torre civica da dove Ivano Marescotti, sabato 9 giugno, ha recitato la “sua” Divina Commedia. Un'anteprima di quella che sarà “Festa della politica” che aprirà i battenti giovedì 14 giugno. Un'anteprima che ha permesso la raccolta di ciroca 4700 euro da destinare alle zone dell'Emilia colpite dal sisma.
Venendo la calendario della festa, nel giorno di apertura, alle ore 21, si parlerà di “mafia invisibile” nel Chiostro dell’ex Convento di San Francesco (il luogo nel quale si svolgeranno tutti gli incontri) con lo scrittore Carlo Lucarelli, la sindaca di Isola Capo Rizzuto, Carolina Girasole, e Daniele Chirico. L’incontro verrà coordinato dal giornalista Luigi Politano Per chiudere la serata, un po’ di musica. Alle 22.30 parte il “juke-box democratico”, al pianoforte Vittorio Bonetti.
Venerdì 15 giugno, alle 18, un evento storico-politico di grande interesse. Paolo Mieli condurrà un confronto fra Walter Veltroni e Gianfranco Fini sulla figura (ancora inesplorata) di Leo Longanesi che, come ben ricordato nel titolo dell’incontro è stato, contemporaneamente, “fascista e antifascista, borghese e rivoluzionario”, una perfetta sintesi, insomma, delle contraddizioni del nostro paese. Alle 22.30 ancora il pianoforte di Vittorio Bonetti.
Si continua sabato 16 giugno. Ore 17.30, si parte dall’impatto che twitter ha sulla politica (dialogo fra Cristian Vaccari, docente all’università di Bologna e Vinicio Zanetti, segretario dei Giovani democratici dell’Emilia Romagna. Coordina l’incontro il segretario del Pd di Bagnacavallo, Lorenzo De Benedictis), poi, ore 18.30, avremo le “convergenze parallele” con Debora Serracchiani (Pd) e Barbara Saltamartini (PdL), a seguire l’aperitivo con la conferenza provinciale delle donne e infine Vittorio Bonetti accompagnerà il “se avessi previsto tutto questo” e per finire “juke-box democratico”.
Gran finale domenica 17 giugno. Silvia Lombardo tratterà il tema dei precari (con il film “la ballata dei precari” che sarà proiettato alle ore 18 nel cinema del Convento, e con “letture precarie” alle 19.30 nello Scalone del Convento), Sergio Staino e il pediatra Andrea Satta parleranno del libro “Ci sarà una volta. Favole e mamme in ambulatorio” (alle 18.30 in sala Oriani) e alle 21 Têtes de Bois, Sergio Staino, Adriano Sofri e Maria Cristina Diaz Ferré daranno vita a “Due o tre cose che so di Leo, letture, segni testimonianze, musica per ricordare Ferré”. Alle 22,30 “juke-box democratico”, al pianoforte Vittorio Bonetti. Il programma completo su http://www.festabagnacavallo.it/?page_id=32