Faenza. “Bianchi” è il tema della mostra di Maurizio Rogai che verrà inaugurata sabato 16 giugno, ore 18, nella Bottega Bertaccini (via inaugurazione della mostra di corso Garibaldi 4). Maurizio Rogai è nato a Marradi nel 1954. Dopo il diploma di Mosaicista conseguito a Ravenna, inizia il proprio percorso lavorativo come restauratore di opere d’arte: mosaico, affresco, decorazioni, pietra, ecc…
E proprio nel suo lavoro, nel restauro, possiamo trovare il tratto conduttore della sua ricerca artistica: il rapporto con le varie materie è stato capace di condizionare, anche se con modalità profondamente differenti, i contenuti più intimi della sua pittura.
A questo aggiungiamo anche il suo vivere in una terra che potremmo dire di “confine”, a cavallo fra Toscana e Romagna, estremo luogo di scambio e di atmosfere trasversali.
Il mescolarsi di queste condizioni è con ogni probabilità alla base della sua capacità di trasformare il segno e i materiali della pittura: nelle sue tele compaiono fili di ferro e placche arrugginite, corde, garze, cenere, calce, oggetti che si fanno trovare, materia che diventa colore, tutto si trasforma nell'officina dell’artista dove il disordine diventa ordine estetico, donando alle tele vita, poesia, bellezza.
 La mostra resterà aperta fino al 7 luglio. Orari: 9.30-12.30 / 15.30-19.30, chiuso domenica e lunedì mattina. Informazioni: tel. 0546/681712 – info@bottegabertaccini.it