“Imola si colora di mercoledì” cambia poco il nome, ma non la formula di successo dell’Ascom che è arrivata all’undicesima edizione di una manifestazione che, spiega il presidente Danilo Galassi “speriamo porti in centro storico un movimento importante di gente che si ripercuota per tutto l’anno”. Così è sempre stato, con piazze e vie stracolme di gente, e sarà anche quest’anno nonostante la crisi perché, sottolinea l’assessore alla cultura Valter Galavotti “nei momenti di difficoltà bisogna uscire di casa, rimboccarsi le maniche e lavorare insieme. Inoltre, l’iniziativa è pure una carta di promozione turistica per la nostra città”.
Saranno più di 40 i negozi che terranno aperti nelle ore serali delle quattro serate allo scopo di rendere il più vivace possibile il centroe che ai clienti distribuiranno un “gratta e vinci” che assicura comunque un premio. Il tutto accompagnato dalle visite guidate ai monumenti più importanti della città compreso per la prima volta il palazzo comunale oltre al museo diocesano e, novità di quest’anno, allo “Street food” che una decina di bar e pub (sarà presente anche il celeberrimo ristorante San Domenico) proporranno a chi gradirà sbocconcellare qualcosa per strada mentre osserva e si gode mercatini, spettacoli di vario genere, prove sportive, balli e musica secondo un mix molto piacevole.
Si parte il 20 giugno con l’azzurro relax per proseguire il 27 con il rosso passione, quindi il 4 luglio con il verde natura e infine l’11 luglio con il giallo piccante. Il programma completo si può trovare su www.imoladimercoledì.it e su facebook oltre che sul depliant che sarà disponibile negli Iat dei Comuni del Circondario e confinanti sia verso Bologna sia verso Faenza.
(Massimo Mongardi)