Imola. Si è presentato come l'inviato del “Presidente dei pensionati”, ma nonostante i modi distinti ed una macchina di grossa cilindrata, non ha convinto la potenziale vittima del raggiro a farsi invitare in casa per consegnare un non meglio specificato “premio”. Di fronte all'atteggiamento scettico del pensionato, questo sì reale, che voleva circuire e all’intervento della moglie, il signore “alto, moro e di mezz'età” se ne è andato in fretta. Quello che a tutti gli effetti sembra essere un nuovo tentativo di truffa si è svolto ieri mattina nel quartiere di Zolino. La potenziale vittima ha subito denunciato l'accaduto all'Urp Informacittadino del Comune di Imola.

Dal Comune fanno sapere che “non risulta vi sia alcun 'Presidente dei pensionati' o associazione di pensionati che invia persone delegate per la consegna di premi e invita i cittadini di fronte a situazioni sospette, a non fare entrare in casa persone sconosciute, non identificabili e ad avvisare immediatamente le forze dell’ordine (Polizia Municipale, Polizia di Stato, Carabinieri)”.