Imola. Uno sciopero generale in tutta la regione per l'intera giornata di venerdì 29 giugno che coinvolgerà i lavoratori edili, del legno e affini è stato indetto da Fillea Filca Feneal dell'Emilia-Romagna.

“Anche nel territorio imolese la situazione del settore è molto preoccupante – sottolinea Sonia Bracone, segretaria generale della Fillea-Cgil di Imola – Si sta registrando un'impennata del ricorso agli ammortizzatori sociali: sono 35 le aziende che stanno ricorrendo alla cassa integrazione, 22 nell'artigianato e 13 nell'industria, a cui se ne aggiungo altre 7 nel comparto legno”.


E' prevista inoltre una manifestazione a Bologna, che inizierà alle ore 9.30 in via Ferruccio Parri 31, davanti alla sede dell'Ance. Da Imola partirà un pullman (per prenotare un posto telefonare alla Cgil di Imola, tel. 0542/605611). “Le imprese del settore – spiegano i sindacati di categoria – continuano a rifiutare il rinnovo dei contratti integrativi. I lavoratori dell’Emilia-Romagna hanno il diritto ad avere salari adeguati al costo della vita. È urgente un cambiamento di intervento sulla crisi”.