Tutto pronto per la 31ª edizione del tradizionale Mercatino delle erbe di Casola Valsenio. La prima serata venerdì 6 luglio durante la quale si svolgerà anche la “Notte viola”. Il Mercatino poi proseguirà tutti i venerdì di luglio e il 3, 10, 17 agosto. Un viaggio a più puntate nel magico mondo delle erbe officinali. La verde Valle del Senio, racchiude un affascinante segreto che lega l’uomo alle piante, ai loro profumi, alle loro qualità terapeutiche ed ai loro aromi.
Un tempo solo i monaci, gli eremiti e le streghe conoscevano i segreti delle erbe, gli uni per la salvezza del corpo e dell’anima, le altre per la perdizione. Chiamata un tempo la Valle delle abbazie, abitata da frati benedettini che piantarono sul territorio secolari castagneti, oggi ha intrecciato un valido legame con le erbe officinali, di cui il territorio appenninico è particolarmente ricco. Il binomio Casola e erbe officinali nasce nel lontano 1938 quando ritorna in paese un giovane professore, Augusto Rinaldi Ceroni, appena nominato Preside della scuola di Orientamento Professionale ad indirizzo Agrario che, gettando i primi semi di piante officinali, diede vita al giardino botanico officinale. Quindici anni più tardi, il valoroso pioniere, poteva dire di aver vinto la sua solitaria battaglia. Oggi, il Giardino delle Erbe “Augusto Rinaldi Ceroni” (questa la sua denominazione ufficiale) di Casola Valsenio è una splendida realtà, disteso su quattro ettari di terrazze, nel quieto scenario delle colline Romagnole. Il Mercatino delle erbe e dei prodotti dell’erboristeria nasce nel 1982 per creare un momento d’incontro e di divulgazione di un grande patrimonio, per avvicinare a questo magico mondo naturale un pubblico sempre maggiore.