Imola. Il sindaco di Imola Daniele Manca, l'assessore alle Opere pubbliche Raffaella Salieri assieme all'architetto Andrea Dal Fiume, responsabile del progetto, hanno presentato alla stampa il cantiere della nuova scuola per l'infanzia di Zolino. L'edificio precedente è stato demolito e si sta procedendo alla costruzione di una nuova struttura più grande, le sezioni infatti aumenteranno da tre a quattro per una capienza totale di circa 100 posti, e molto più efficiente dal punto di vista energetico, si stima che i consumi saranno ridotti a un terzo o addirittura a un quanto rispetto a quelli di un edificio simile costruito negli anni '70. “Si sta adottando una tecnica nuova – spiega l'assessore Salieri – che permette di rendere più veloci i lavori: mentre si lavorava alle fondazioni, nelle officine venivano preparati i moduli di legno prefabbricati, nel cantiere avviene solo l'assemblaggio delle parti. In questo modo i lavori cominciati a marzo potranno essere terminati per fine ottobre 2012.” I bambini intanto sono stati trasferisti alle scuole di via Villa Clelia e per l'autunno prossimo potranno tornare a Zolino. Il costo dell'intervento, pari a 1 milione e 500mila euro, è coperto per intero da un finanziamento ministeriale, quindi senza comportare spese da parte del Comune di Imola. “Anche in un momento come questo di blocco degli investimenti, le scuole devono continuare ad essere una priorità assoluta – assicura Manca – Questa struttura è ispirata al cambiamento e all'innovazione nel sistema dell'edilizia: riteniamo debbano essere le scuole l'elemento che deve attrarre la riconversione in chiave ecologica del settore. Per noi è un investimento formativo e culturale oltre che ambientale”. (Leonardo Bettocchi).