Imola. Grazie ad un finanziamento della Regione è stato possibile ampliare e rinnovare completamente la Banca delle cornee presso l’Ospedale Santa Maria della Scaletta. Nata ad Imola nel 1998, la struttura sanitaria pubblica regionale fa riferimento all’Unità Operativa di Oculistica diretta dal Dott. Paolo Bonci. I lavori hanno interessato il rinnovo degli spazi garantendo il massimo livello qualitativo in termini strutturali, tecnologici e di sicurezza, con locali a “ contaminazione controllata”. L'inaugurazione è avvenuta giovedì 12 luglio 2012 alla presenza del sindaco Daniele Manca, del dott. Paolo Bonci, di Lorenza Ridolfi coordinatore regionale e direttore del Centro riferimento trapianti Emilia-Romagna, e di Maria Lazzarato, direttrice generale dell'Ausl di Imola.

La Banca delle cornee di Imola ha prelevato, nel 2011, 132 cornee da 68 donatori idonei. Nell’arco del 2011, nell’Ausl di Imola, sono stati consegnati alle famiglie 263 moduli di dichiarazione di volontà, su un totale di 483 decessi in età compatibile con la donazione stessa. 124 le famiglie che hanno espresso la volontà di donare (47%). Nell’ambito dei 124 consensi alla donazione, il 55% dei tessuti prelevati sono stati ritenuti idonei al trapianto. Del totale dei tessuti corneali bancati ad Imola (126 cornee), 76 sono statti distribuiti a scopo di trapianto, con una percentuale di efficienza (tessuti utilizzati su tessuti bancati) del 60%.


L’Azienda Usl di Imola, rappresenta in Regione una punta di diamante per il trapianto di cornea e ciò grazie alla importante attività di studio della sua equipe e alle enormi possibilità scientifiche permesse dall’esistenza della stessa Banca Occhi.