Giugnola (Bo). Pubblico delle grandi occasioni domenica 22 luglio nella torretta di via Rio Zafferino per la VI edizione dell’estemporanea di pittura. L’evento, ormai un appuntamento fisso per gli amanti della pittura della zona e non solo, è stato organizzato dall’associazione “Giugnola nel cuore”, un’associazione culturale che da ormai molti anni intende portare la cultura di qualità in un’area marginale come Giugnola.

Trenta i partecipanti alla VI estemporanea, suddivisi nelle due categorie amatori e specialisti. Gli artisti, giovani e non, provenivano non solo da Giugnola e dintorni ma anche dall’Emilia e addirittura dall’Abruzzo. “Il livello quest’anno è stato molto alto” ha detto il presidente dell’associazione “Giugnola nel Cuore” Pierluigi Raffini, coadiuvato dal noto critico d’Arte Domenico Simonini. Il tema di quest’anno riguardava i segreti della foresta, tema che è stato declinato in molti modi dagli artisti partecipanti.

Particolarmente soddisfatto dell’iniziativa il sindaco di Castel del Rio Alberto Baldazzi, che ha definito l’estemporanea di Giugnola “una delle più importanti manifestazioni culturali” del Comune di Castel del Rio. Estemporanea di pittura che proprio grazie al sindaco Baldazzi e alla disponibilità degli artisti, quest’anno assume anche un importante connotato di beneficienza. Tutti i quadri infatti, verranno messi all’asta durante la cena organizzata dall’Avis a Castel del Rio Sabato 28 luglio, cena organizzata per raccogliere fondi da destinare ai terremotati dell’Emilia.

(Denis Grasso)