Imola. La direzione dell'Ausl locale e le organizzazioni sindacali dei medici della Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) hanno siglato il nuovo accordo integrativo, in vigore dal primo agosto 2012. Le principali novità che interessano i cittadini riguardano l'ampliamento della continuità assistenziale nei prefestivi in Vallata, e l'integrazione della stessa nella rete territoriale delle cure palliative integrata da un programma di assistenza ai bambini tra 0 e 6 anni.

Nello specifico vanno segnalati:
– l’ampliamento della fascia oraria di apertura della sede di Borgo Tossignano, che garantirà ai cittadini della Vallata del Santerno la presenza di un medico di continuità assistenziale dalle 10 alle 20 del sabato e dei prefestivi, anziché dalle 14 alle 20, per visite ambulatoriali, domiciliari e consigli telefonici. Resta invariata la presenza della domenica e festivi dalle 8 alle 20. Confermati anche gli orari di apertura degli altri ambulatori di continuità assistenziale del territorio: Imola (Via Caterina Sforza 3): prefestivi 10-20; festivi 8-20; Medicina (Polo Sanitario Via Saffi,1 c/o Nucleo Cure Primarie) e Castel San Pietro Terme (Ospedale Civile Viale Oriani 1): prefestivi 12-20; festivi 8-20 (si ricorda che in queste sedi dalle 8 alle 12 dei prefestivi è attivo l’ambulatorio di nucleo gestito dai medici di famiglia).
– la definizione di un programma di assistenza ai bambini 0-6 anni per problematiche cliniche moderate che non richiedano il ricorso al Pronto Soccorso, con eventuale visita domiciliare. Il progetto operativo sarà elaborato entro il prossimo 30 settembre.
– l’integrazione dei medici di continuità assistenziale nella rete aziendale delle cure palliative, attraverso l’accesso su chiamata durante i turni di continuità assistenziale presso l’Hospice di Castel San Pietro Terme. A supporto di questa attività saranno organizzate anche apposite iniziative di formazione.