Ravenna. Il Comune e il gruppo Hera ad aprile di quest'anno hanno dato il via ad un progetto per incrementare ed estendere la raccolta differenziata nei Lidi Sud, coinvolgendo oltre 9000 utenze.
In particolare è stato introdotto il porta a porta sul lungomare di Lido di Classe e Lido di Savio e sono state posizionate 69 Isole Ecologiche di Base nelle altre zone delle due località. Queste isole comprendono singole postazioni composte da tutti i contenitori per la raccolta differenziata: organico, carta/cartone, plastica, vetro/lattine, vegetale (ove opportuno e possibile) e frazione residuale (indifferenziato).
Per rendere più gradevoli i viali Romagna a Lido di Savio e Caboto/Vivaldi a Lido di Classe, sono stati tolti i cassonetti e sono stati introdotti il servizio porta a porta per la raccolta differenziata.
I primi risultati fanno registrare un aumento importante della raccolta differenziata: prima del progetto questa era inferiore al 20%, dopo il primo mese di attivazione registra il 41%, mantenendo un ottimo trend anche nel corso della stagione turistica.
“Per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti – dichiara l’assessore all’Ambiente Guido Guerrieri – l’amministrazione comunale persegue due obiettivi: quello dell’aumento della raccolta differenziata e quello di un maggior decoro urbano, utilizzando le modalità e gli strumenti ritenuti più opportuni a seconda delle diverse situazioni. In questo caso si può senz’altro affermare che entrambi gli scopi sono stati raggiunti, sia grazie alle azioni intraprese, sia grazie alla collaborazione dei cittadini e degli imprenditori, che responsabilmente hanno accettato di modificare le loro abitudini”.
“Hera ringrazia tutti per la collaborazione data al buon esito del progetto: famiglie, attività e turisti – aggiunge Tiziano Mazzoni Direttore della Struttura Operativa Territoriale Hera di Ravenna – e per il brevissimo tempo in cui questi buoni risultati si stanno ottenendo. Ciò significa che insieme abbiamo superato le difficoltà più significative (ben consapevoli che nuovi progetti implicano sempre uno sforzo ulteriore per i nostri clienti connesse ai progetti di cambiamento) soprattutto grazie all’ascolto reciproco ed ai suggerimenti delle associazioni degli albergatori. Ove possibile infatti stiamo cercando di rendere il servizio migliore, adattandolo alle necessità locali, avendo comunque sempre l’obiettivo di consentire ai cittadini di svolgere una migliore raccolta differenziata”.