Imperia. L'incantevole specchio d'acqua mediterraneo della baia d'Imperia sarà teVele d'Epocaatro dal 5 al 9 settembre prossimi della 17ª edizione delle “Vele d’Epoca”, appuntamento classico in Riviera, nonché una tra le tappe più prestigiose del circuito “Panerai classic yachts challenge 2012”, l'evento velico internazionale che attrae attorno a sé tutti gli appassionati del settore. Regate dal sapore particolare, dal fascino retro che vede protagonisti assoluti antichi gioielli del mare, veri e propri capolavori “flottanti” che hanno scritto pagine di storia della nautica mondiale. Rispolverare l'antico spirito marinaro, frutto di quella passione pura del “veleggiare” dove si lavora di braccia senza tante alchimie elettroniche; ritrovare le antiche radici dello sport dove la competizione significa rispetto e lealtà, ancor prima di scontro e sfida; recuperare il contatto diretto con l'arte e con il genio dei veri maestri d'ascia, capaci di forgiare oggetti preziosi inimitabili che il tempo ha reso immortali. Sono questi i tre concetti chiave su cui si fonda il successo delle “Vele d'Epoca” d'Imperia, senza dimenticare il grande sforzo di una macchina organizzativa perfetta che riesce a trasformare l'appuntamento nel Ponente ligure in un non-stop di sport, arte, cultura, spettacolo, festa. Un’occasione di incontro non solo per “sportivi” che non manca, edizione dopo edizione, di catturare l'attenzione del grande pubblico.

Vele al Vento: il raduno di Imperia è tra i più attesi e seguiti del Circuito Panerai, per quei particolari percorsi di regata studiati da Beppe Zaoli , vicepresidente di Assonautica Provinciale di Imperia e Responsabile della parte sportiva delle Vele d’Epoca. Percorsi che, oltre ad essere impegnativi sotto il profilo agonistico, mantengono la sfida nei pressi della costa, garantendo uno spettacolo impareggiabile “dal vivo” di decine e decine di vele al vento. Quel vento di riviera che a Imperia mette spesso alla prova tattici e timonieri, capace com’è di alzarsi all’improvviso, mollare o “rafficare” nel giro di pochi minuti, sovvertendo più volte i pronostici nel corso di ogni singola prova.
Vele protagoniste : Anche in questa diciassettesima edizione non mancano ad Imperia veri e propri gioielli galleggianti, in cui la bellezza di forme dimenticate si fonde con il fascino dei legni pregiati, degli ottoni tirati a specchio e delle attrezzature ormai desuete. Un’intera flotta che anima di alberi “svettanti” e vele bianche le acque del golfo imperiese nei giorni di regata e nella parata finale. Vele storiche provenienti da Stati Uniti, Canada, Inghilterra, Francia, Russia, Malta, Italia, Mar dei Caraibi e Principato di Monaco. Alle regate partecipano imbarcazioni di costruzione anteriore al 1950 (Vintage Yachts) e al 1976 (Classic Yachts), oltre a repliche in linea con il Regolamento degli Yachts d'Epoca e Classici. Sono inoltre ammessi gli “Spirit of Tradition Yachts” conformi ai requisiti e gli yacht delle classi della Stazza Internazionale e della Stazza Universale e monotipi. Da Eilean a Bona Fide, da Tuiga a Orion.

Vele Leggenda: le imbarcazioni divise in categorie si sfidano in quattro entusiasmanti regate. Al termine delle diverse prove vengono premiate le imbarcazioni vincitrici del “Challenge” suddivise per classi e categorie. Le barche presenti all’evento, che siano scafi appena restaurati o altrimenti leggendari, condotti da personaggi storici o volti nuovi della nautica sportiva e da diporto, sono tutte la testimonianza che qualcuno ha voluto assicurare una seconda vita a questi capolavori. Gli armatori, condividendo la stessa filosofia, non si sentono proprietari delle loro barche ma soltanto depositari, come lo si è di un capolavoro, di un dipinto di un grande maestro o di un monumento storico.

Vele di Musica: durante la manifestazione tutta la città di Imperia è in festa. Una volta ormeggiate le barche, sarà l’isola pedonale di Borgo Marina a diventare protagonista con le sue piazzette, i suoi angoli suggestivi, le sue mostre di pittura e di fotografia, i sui artisti en plain air, le sue botteghe. Non possono mancare musica e ristorantini. Ce ne saranno proprio per tutti i gusti.

Quelli della “Notte corsara”: il 7 settembre intorno alle ore 22 ad Imperia si potrà assistere allo spettacolare “Sbarco dei Pirati di Cadimare”. I “pirati”, in perfetto costume d'epoca con palandrane, gilet colorati, bandane e cappelli, da bordo dei loro velieri brandiranno armi e spareranno dalle bocche dei loro cannoni. E mentre dalle barche si leveranno fuochi, botti e fumo, farà il suo ingresso minaccioso nella baia, tra urla e rumori sinistri, il vascello piratesco del Quinto Remo, vecchio lancione di salvataggio in disuso, perfettamente recuperato grazie all'intervento di esperti maestri d'ascia. La flotta, guidata dal Quinto Remo, si avvicinerà poi alla costa, dove verranno inscenati assalti all’arma bianca: il tutto in un quadro scenico che rievoca con straordinaria fedeltà, gli effetti di un passato “corsaro”. La manifestazione si concluderà con la conquista del Borgo Marina e l’invasione di piazze e locande da parte del folto gruppo di protagonisti e figuranti.
Informazioni: www.veledepoca.comwww.paneraiclassicyachtschallenge.com.

(Silvana Benedetti)