Villanova di Bagnacavallo (Ra). Torna a Villanova la “Civiltà delle erbe palustri” con l'ormai storica sagra arrivata quest'anno alla ventottesima edizione. A partire da venerdì 7 e fino a lunedì 10 settembre 2012 l’Ecomuseo della Civiltà Palustre e la città di Villanova ospiteranno mostre, spettacoli, laboratori di antichi mestieri e mercatini oltre a uno spazio dedicato alla gastronomia locale.

Il primo appuntamento della manifestazione è per venerdì 7 settembre alle ore 19.30 con l'inaugurazione delle numerose mostre allestite sul tema Memoriale di Campagna: Lamone Bene Comune. Si partirà dalla sede museale in largo Tre Giunchi con la visita ad “Acqua azzurra, acqua chiara”, mostra realizzata per illustrare la qualità e l’uso dell’acqua prima della diffusione della rete idrica pubblica. Si proseguirà con le mostre fotografiche allestite nella Sala Azzurra del Palazzone, in piazza Lieto Pezzi “Un fiume, una vita, una storia” e “Storie d’acqua e di bucato”. All’Etnoparco


Villanova delle capanne saranno invece allestite ben tre mostre dal tema “Dalla memoria dei semi e delle stagioni”, frutto delle passioni di alcuni nostri agricoltori, e Giochi del prato incolto e della tradizione locale. Infine, farà da cornice ai piatti preparati dalle azdore della Vecchia Osteria della Bassa Romagna, che aprirà tutte le sere della festa alle ore 19 e la domenica anche a pranzo presso la sala della Casa del Popolo, la mostra fotografica “Storie d’acqua e di passatori” che illustra i trasporti e i mestieri del fiume. L'itinerario delle mostre si concluderà con un rinfresco presso il Teatro Tenda, che alle ore 21 ospiterà Al tàtar, tre atti di Eugenio Guberti portati in scena dalla compagnia dialettale Piccolo Teatro della Città di Ravenna. La Sagra Civiltà delle Erbe Palustri proseguirà sabato 8 e domenica 9 con, per concludersi lunedì 10 settembre. L’ingresso alla manifestazione, al museo, alle mostre e agli spettacoli è gratuito.