Dozza (Bo). Termina un'altra stagione di Cinemadivino, l'iniziativa nata nel 2004 che ha portato il cinema nelle aziende vinicole e tra le vigne dell'Emila-Romagna e non solo, ed il bilancio è positivo. Oltre diecimila persone hanno preso parte alle sessanta serate di proiezioni con degustazione, più di mille quelle che hanno affollato le iniziative fuori regione, in Sardegna, Piemonte, Lombardia e nelle Marche. A chiudere la rassegna quest'anno un importante appuntamento, il piazza Nenni a Faenza l’anteprima nazionale di “E’ stato il figlio” del regista palermitano Daniele Ciprì, ad assistere alla proiezione e ad affollare gli stand con la piadina e i vini della regione oltre quattrocento persone.

Soddisfatto l’ideatore della rassegna Valter Dal Pane “A fare la differenza sono davvero i padroni di casa. Le cantine hanno saputo cogliere con entusiasmo l'opportunità di accogliere un evento culturale e rendere ogni serata una festa, al punto che stiamo studiando l’ipotesi di proseguire la rassegna anche nel periodo invernale, ovviamente con tante novità e curiosità.”


Forte dei risultati del 2012 e del successo ottenuto fuori regione, per la prossima stagione Cinemadivino continuerà ad allargare la sua portata sul territorio nazionale, ma non solo. Il presidente Matteo Fantinelli, infatti, guarda alla Spagna: “Il fascino del cinema tra i vigneti ha conquistato il presidente del Consorzio della Doc Catalogna (Consejo Regulador de la Denominació d’Origen Catalunya) Xavier Pié i Dols in visita in Emilia-Romagna, aprendo la strada a una collaborazione per l’estate 2013.” Il primo viaggio di Cinemadivino in terra di Spagna è però previsto per l’11 ottobre 2012, quando la rassegna si presenterà con una speciale serata in anteprima nei pressi di Barcellona.