Imola. Trasformare l'autodromo “Enzo e Dino Ferrari” in un elemento paesaggistico con stazione termale. E’ questo l’obiettivo di una petizione lanciata dal paesaggista e progettista di giardini Mario Cacciari che cerca di affrontare lo spinoso tema del futuro della pista, ma anche dell’area che la racchiude anche alla luce delle continue difficoltà economiche nelle quali si trova la gestione dell’impianto. “E' una questione molto importante per me e insieme possiamo fare qualcosa per risolverla – afferma Cacciari -. Se firmate la petizione e poi la condividete con i vostri amici e contatti, potremo raggiungere presto il nostro obiettivo di firme e fare pressione per ottenere il risultato che vogliamo. Campagne come questa partono sempre in piccolo, ma crescono se persone come noi vengono coinvolte. Per favore prenditi un secondo e aiutaci ora firmando e passando parola”.

Per firmare clicca qui >>>