Guastalla (RE). Tre splendide piante di rosa, fra le più belle della collezione, per aiutare l’Emilia nella sua ricostruzione post sisma. Le propone il vivaio fiorentino “Le Rose” di Nicola Cavina al costo di 51 euro, incluse le spese di spedizione, e il contributo di 5 euro su ogni acquisto a favore dei comuni terremotati. Una cifra conveniente se si considera che si tratta di rose francesi particolarissime, create dal celebre ibridatore Delbard. Precisamente: la damascata Red Intuition, a stelo lungo con fiore di forma classica rosso chiaro e rosso scuro, France Libre, una varietà classica a stelo lungo di un brillante color arancio vivo e Ma Normandie, una varietà più recente, molto profumata, con fiore molto grande e pieno, declinato in una romantica sfumatura rosa.

“Le Rose” di Nicola Cavina è una piccola azienda agricola fiorentina che, nel corso della sua lunga attività vivaistica, si è specializzata nella coltivazione delle rose, selezionandole tra le innumerevoli varietà prodotte in tutto il mondo dai più affermati ibridatori internazionali. La passione per questo lavoro ha portato la famiglia Cavina a partecipare e farsi apprezzare, già da molto tempo, alle più importanti rassegne florivivaistiche nazionali come “Piante e animali perduti” di Guastalla dove l’azienda propone ogni anno collezioni esclusive di magnifiche rose. “Come tutti gli italiani, siamo stati emotivamente molto colpiti dal sisma che ha devastato numerose Città e Comuni del territorio dell’Emilia Romagna e, per quanto possibile alla nostra piccola realtà aziendale, vorremo in qualche modo contribuire alla ricostruzione, che speriamo possa essere rapida ed il più possibile completa”.
Così afferma Nivola Cavina, che ha indirizzato una lettera al presidente regionale Vasco Errani per illustrargli l’iniziativa di solidarietà a cui ha pensato la sua azienda al fine di aiutare concretamente i comuni terremotati.
“Nell’elaborare le tradizionali offerte commerciali autunnali, in occasione delle quali la nostra azienda propone al pubblico l’acquisto di rose a prezzi altamente concorrenziali e vantaggiosi, siamo intenzionati per l’anno 2012 ad abbassare ulteriormente i prezzi di vendita, devolvendo contestualmente una parte dell’incasso agli interventi di ricostruzione delle zone e dei monumenti colpiti dal sisma”.


Sabato 29 e domenica 30 settembre si potranno ordinare queste rose nell’ambito di “Piante e animali perduti” a Guastalla, rivolgendosi direttamente al produttore che da anni partecipa alla manifestazione. Le piante verranno poi spedite direttamente a casa propria in inverno, quando è il momento giusto per piantarle. (Info: Le Rose di Nicola Cavina; tel. 055/704217 – www.lerosedinicolacavina.it).
(Silvana Benedetti)