Imola. Matteo Renzi sarà quasi certamente a Imola entro il mese di ottobre per una tappa del suo tour, finora da “tutto esaurito”, per la corsa alle primarie del centrosinistra. Il sindaco di Firenze è stato invitato da un imolese che lavora a stretto contatto con lui nel capoluogo toscano, il 45enne  ingegnere meccanico Mirko Cantelli che coordina un gruppo nel quale l’uomo di punta è Gianpietro Mondini, esponente di Cielle ed ex presidente della Coop Ceramica, affiancato da Egidio Salvatori, Marco Cavallo, Renzo Manzoni, Franco Granato, Filippo Busi, Emiliano Ghini e altri.

Ma anche all’interno del Pd si stanno facendo largo le simpatie per il giovane che sfiderà Pierluigi Bersani: con Renzi si sono schierati il consigliere provinciale Gabriele Zaniboni che sta radunando un gruppo di ex Margherita.


Infine, dalla parte del sindaco di Firenze sta pure l’ex deputato Raffaello De Brasi che sta formando un altro gruppo. “Ho incontrato Renzi a Cervia – sottolinea De Brasi – e mi ha confermato che spera di venire a Imola”.

Insomma, ce n’è abbastanza per mettere un po’ in allarme lo stato maggiore del Pd di viale Zappi, tutto di stretta osservanza dalemian-bersaniana. Bersani a Imola e circondario prevarrà nei numeri, ma i sostenitori di Renzi possono raccogliere un buon risultato.

(m.m.)