IMOLA. Sarà un'inaugurazione molto contestata quella di giovedì 4 ottobre al circo Aldo Martini. In concomitanza con l'apertura dei cancelli ci sarà infatti la manifestazione pacifica degli animalisti. Ritrovo alle 18.30 in piazza Matteotti e poi dalle 20 corteo lungo le strade di Imola fino alla zona di fronte ai tendoni del circo. “Sono stati costretti dall'ordinanza del sindaco, altrimenti si sarebbero esibiti con gli animali – spiega Raffaella Cavalcanti, tra le organizzatrici – Quello che vogliamo invece è che si termini con l'uso di animali esotici nel circo, per sempre. Per questo vogliamo sensibilizzare la popolazione”.

Non si tratta di una polemica fine a sé, quella degli animalisti, ma una proposta alternativa al circo con animali: quello con soli artisti umani. Proprio per mostrare questa differenza assieme ai manifestanti si esibiranno anche giocolieri e buskers del gruppo “Fucine Vulcaniche”, sin da piazza Matteotti e durante tutto il corteo.


Davanti al circo non termineranno le dimostrazioni. Ci sarà infatti una proiezione di diversi video attuali che mostrano i metodi di addestramento che si usano ancora oggi nei circhi. “Non ci crede nessuno che usino carote e zuccherini per addestrare gli animali a fare i loro giochi, e i video parlano chiaro – continua Raffaella – gli animali, di qualsiasi dimensione, non possono stare reclusi in gabbia. Il circo non è certo il posto ideneo per creature di quel tipo, dovrebbero essere garantite a un luogo più consono e spazioso fino all'esaurimento delle generazioni nate in Italia e alla dismissione dei circhi con animali. Noi chiediamo una legge che regoli questo tipo di provvedimento”.
(Andrea Montefiori