Castel del Rio (BO). L'autunno si sta avvicinando e a Castel del Rio, si sa, l'autunno significa “Sagra del Marrone”. Nonostante la stagione estiva per nulla favorevole ai castagni, e la vespa cinese che da ormai 3 anni purtroppo sta mettendo a dura prova la produzione, anche quest’anno la Pro Loco e il Consorzio castanicoltori saranno in grado di offrire la migliore ospitalità. Gli appuntamenti si svilupperanno lungo tutto il mese di ottobre, nei weekend 6-7,13-14, 20-21, martedì 23 e domenica 28 ottobre. Visitare il tradizionale mercato dei marroni significa scoprire la cultura gastronomica del Paese. La “Sagra dei Marroni” è la festa più vecchia del paese, avendo avuto inizio nel 1946. Da segnalare il tradizionale mercato dei marroni, con mostre di prodotti, convegni tecnici, conferenze e interessanti serate dove la storia e la cultura si fondono con la gastronomia. È possibile infatti mangiare, sia negli stand appositamente allestiti in piazza nei giorni di festa che nei diversi ristoranti e nelle trattorie tipiche, le specialità locali dove marroni e castagne sono l’ingrediente principale: il castagnaccio, la polenta di farina di castagne, i bruciati, i capaltaz, frittelle e tartufi di marroni, marroni ai liquori, marmellate e dolci vari a base di marroni o di farina di castagne. Molti menù ripresentano i piatti tipici della cucina povera della montagna. A questi oggi ne sono stati abbinati altri, anche inventati dalla fantasia di cuochi e ristoratori che hanno saputo adattare i sapori di un prodotto particolare come il marrone ai gusti dei nostri tempi.
Tutte le domeniche della sagra sarà aperta la “Cantinaccia” presso il Palazzo Alidosi, per gustare ed acquistare prodotti tipici locali della “Strada dei vini e dei sapori”. Sarà inoltre possibile visitare il Museo della Guerra, quello del Castagno e il Cortile delle Fontane.