Imola. Il “4th International course on functional and aesthetic surgery of the Nose” si svolgerà a partire da domenica 14 ottobre 2012 all’ospedale Santa Maria della Scaletta. Un appuntamento scientifico di rilievo internazionale, organizzato dal prof. Ignazio Tasca, direttore della unità operaqtiva di Otorinolaringoiatria dell’Ausl di Imola, proseguirà fino al 17 ottobre coinvolgendo centinaia di chirurghi da tutto il mondo. Il convegno ha ricevuto il patrocinio di tutte le maggiori società scientifiche del settore nel mondo e porterà in città i maggiori esperti internazionali di chirurgia funzionale ed estetica del naso. Ospite d’onore il prof J. R. Thomas, direttore del dipartimento di otorinolaringoiatria e chirurgia del capo e del collo dell’università dell’Illinois e presidente della “American academy of otolaryngology-head and neck surgery (Aao-Hns).
“Il corso – commenta il prof. Tasca – rappresenta ormai da anni un appuntamento obbligato per otorinolaringoiatri e chirurghi maxillo-facciali e plastici, che vogliono aggiornarsi sulla chirurgia nasale. Lo dimostrano gli iscritti, oltre 130 professionisti provenienti da ogni parte del mondo. Si tratta di uno degli eventi internazionali più rilevanti del settore, in cui i massimi esperti presentano lo stato dell’arte nella tecnologia e nella pratica chirurgica in ambito rinologico”.
La tre giorni scientifica prevede sessioni di chirurgia in diretta, al mattino e presentazioni, letture e discussioni il pomeriggio. I prestigiosi chirurghi di fama internazionale si riuniranno per discutere i concetti essenziali della chirurgia plastica nasale e facciale dimostrando durante gli interventi, trasmessi in diretta in sala, la loro abilità nel trattare chirurgicamente sia casi semplici che controversi, con un aperto dibattito tra sala operatoria e uditorio.
L’Orl di Imola è pertanto centro di eccellenza per la chirurgia funzionale del naso, ma l’equipe del prof. Tasca opera anche sulla chirurgia estetica, seppur rigorosamente in libera professione. “E’ chiaro che la pura chirurgia estetica non può essere trattata in regime pubblico – conclude Tasca – ma non va dimenticata sia per l’alto livello di professionalità che esprime, sia perché, per alcuni, essa costituisce la risposta ad un bisogno mosso dalla percezione di un disagio profondo, che ha a che fare con le tematiche di accettazione, autostima e benessere. Proprio per la valenza anche psicologica di questi interventi, è assolutamente importante che vengano effettuati da professionisti di comprovata capacità. Nella nostra Unità Operativa, oltre alle rinoplastiche per cui siamo rinomati in tutta Italia, si effettuano anche interventi di otoplastica (chirurgia dell’orecchio ad ansa), mentoplastica e trattamento ambulatoriale del viso con radiofrequenze”.

Relatori Internazionali: B. Baser (India), A. Gonzalez Romero (Messico), Y.J.Yang (Corea), R. W. H. Kridel (Usa), R. Mösges (Germania), J. A. Patrocinio (Brasilel), J. R. Thomas (Usa), P. Rabischong (Francia), Y. Saban (Francia), J. M. Sykes (Usa).