Imola. “Per molti insegnanti precari rappresenta un’occasione, e l’Aimc (Associazione italiana maestri cattolici) vuole aiutarli a sfruttarla al meglio organizzando un percorso di preparazione con esperti del settore”. Così Doranna Montefusco e Anna Maria Marani, ex dirigenti scolastiche e responsabili imolesi dell’Aimc presentano l’incontro promosso per illustrare sia il primo concorso per la scuola indetto dopo 13 anni sia il corso che l’associazione sta appositamente organizzando.
Si terrà venerdì 19 ottobre alle 16.30 nella sede imolese dell’Aimc (piazza Duomo 2) l’incontro in cui verrà illustrato il Decreto n. 82/2012 con cui il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca ha indetto i concorsi a posti e cattedre, per titoli ed esami, finalizzati al reclutamento del personale docente nelle scuole dell’infanzia, primaria, secondaria di I e II grado (pubblicato il 25 settembre 2012 sulla “Gazzetta Ufficiale Della Repubblica Italiana 4a Serie speciale – n. 75).

“L’incontro del 19 ottobre è aperto a tutti e sarà l’occasione per illustrare le procedure, i tempi e i requisiti per poter partecipare a questo concorso e anche per presentare il corso che stiamo mettendo a punto per aiutare i candidati ad affrontare al meglio le varie prove previste” spiegano le responsabili imolesi dell’Aimc.
Molte le critiche e le discussioni che il bando ha suscitato “ma al di là dei giudizi che ciascuno può dare questo concorso può essere davvero un’occasione per molti precari. Per questo l’Aimc, in linea con le proprie finalità e come soggetto qualificato per la formazione del personale della scuola (riconosciuto con D.M. 5 luglio 2005), propone un percorso con esperti del mondo della scuola che possano sostenere i candidati nel percorso di preparazione alle prove. L’idea del corso nasce anche dalla constatazione delle varie novità introdotte da questo bando, come la modalità di iscrizione (che deve avvenire solo per via telematica) oppure, tanto per fare un altro esempio, l’obbligo di affrontare test relativi alla conoscenza della lingua inglese per le scuole di ogni ordine e grado”.
Per ulteriori informazioni si può consultare il bando del concorso sul sito www.istruzione.it.