“A Teatro con mamma e papà” raddoppia. La tradizionale rassegna della domenica pomeriggio del Teatro Goldoni di Bagnacavallo, organizzata per il 22° anno dall’Amministrazione comunale e Accademia Perduta, si allarga al Teatro Moderno di Fusignano, con numerose proposte organizzate in collaborazione con il Comune e la parrocchia San Giovanni Battista.
Il Teatro Ragazzi oggi, diversamente da quanto accadeva tanti anni fa, è un fenomeno artistico con una propria specifica dignità culturale e stilistica. Non è più un teatro di “serie B”, interpretato da attori o compagnie ai margini della produzione del teatro per adulti. Al contrario, è un patrimonio nazionale ed esportabile, che coinvolge artisti, teatri stabili, compagnie che proprio allo spettacolo per l’infanzia e la gioventù hanno dedicato tutta la loro vita e l’esperienza creativa, artistica e progettuale.
Per la stagione 2012 – 2013 Accademia Perduta propone otto spettacoli complessivi, otto occasioni per le famiglie della Bassa Romagna di passare insieme una domenica pomeriggio all’insegna dello svago e del divertimento. Otto rappresentazioni di altissima qualità, scelte con attenta predilezione a tutti quegli elementi che hanno fatto del Teatro Ragazzi italiano uno dei più apprezzati in Europa: magia, poesia, colore, potere immaginifico ed evocativo, scenografie accattivanti, musica dal vivo e ritmo della narrazione.

Teatro Goldoni, Bagnacavallo
La rassegna del Teatro Goldoni di Bagnacavallo sarà inaugurata da “Piccolo. L’ultimo albero”, uno spettacolo della compagnia Teatro del Buratto. Beatrice col suo fagottino si appresta a compiere un avventuroso viaggio per salvare Piccolo, l’ultimo albero minacciato dalle ruspe che scavano, sconvolgono le periferie e le campagne, per costruire palazzi, strade veloci e sempre più larghe. Come una mamma che difende il suo bimbo, lo protegge, cerca e sogna per lui un luogo che lo accolga e lo ami, un luogo dove possa vivere e crescere felice, ristabilendo i ritmi antichi e il giusto equilibrio tra uomini, cose, animali e piante (domenica 18 novembre alle ore 17).
Sarà poi la volta di Danilo Conti e Antonella Piroli di Tanti Cosi Progetti con il classico per l’infanzia “I tre porcellini”. Per difendersi dal lupo malvagio, il porcellino più piccolo costruisce una casetta con la paglia e il mediano con la legna: entrambi ergono i loro rifugi in fretta, in modo da poter avere più tempo possibile da dedicare ai giochi. Pagheranno la loro superficialità quando il lupo, distruggendo le case in un sol soffio, se li mangerà avidamente. Il fratellino più grande invece, con fare saggio e prevedendo la pericolosità e l’astuzia del lupo, costruisce una solida casa di mattoni e, alla fine, riesce a sconfiggerlo. I tre porcellini insegna in un modo molto divertente e drammatico, soprattutto rivolgendosi ai bambini più piccoli, che non bisogna essere pigri e prendersela comoda: potrebbe essere molto pericoloso (domenica 2 dicembre alle ore 17).
Il terzo ed ultimo appuntamento sarà con uno dei personaggi più amati dai bambini di tutto il mondo: “Pippi Calzelunghe”, uno spettacolo proposto dalla Fondazione Aida. Lo spettacolo narra la vicenda di Pippi, una bambina assolutamente fuori dagli schemi, e dei suoi amici attraverso i loro occhi sbarazzini e spensierati. La storia di Pippi si snoderà dal suo arrivo nella vecchia casa, Villa Villacolle, con una scimmietta dallo strano nome, il Signor Nilsson, e con un cavallo sistemato nella veranda, alle sue avventure con Annika e Tommy i suoi vicini di casa e compagni di giochi in una scenografia coloratissima e divertente (domenica 16 dicembre alle ore 17).

Abbonamenti (3 spettacoli): posto unico (adulti e bambini): 13 euro
Per informazioni contattare la biglietteria del Teatro Goldoni (tel. 0545/64330)
Biglietti: posto unico (adulti e bambini): 5 euro. Vendita: il pomeriggio di spettacolo dalle ore 16 alla biglietteria del Teatro Goldoni. Non si effettuano prenotazioni telefoniche.
Acquisti on-line (www.vivaticket.it): da martedì 30 ottobre 2012 al giorno antecedente la data di rappresentazione di ogni spettacolo (salvo diverse disposizioni della direzione del Teatro). Le ricevute della vendita on-line dovranno essere permutate con il regolare biglietto Siae alla biglietteria del Teatro entro 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo.

Teatro Moderno, Fusignano
Il Teatro Moderno di Fusignano inaugurerà la propria programmazione con “Il sogno di tartaruga”, una fiaba africana proposta dalla compagnia Il Baule Volante. Tartaruga fece un sogno. Sognò un albero che si trovava in un luogo segreto. Sui rami dell’albero crescevano tutti i frutti della terra: banane, datteri, noci di cocco, meloni, miglio, patate dolci, manioca e tanti altri. Il racconto di questo albero meraviglioso viene dall’Africa, un continente che tutti sogniamo, una terra che immaginiamo piena di colori, di suoni e ritmi, di una natura esuberante e vitale. Ed è così che la compagnia vuole raccontare la storia: con vivacità e tanta musica, come in un sogno… I protagonisti della storia sono gli animali della savana, rappresentati da pupazzi animati a vista. Le musiche sono eseguite dal vivo su ritmi e con strumenti africani, ricchi di tutta la loro carica di energia e capaci di coinvolgere gli spettatori di tutte le età (domenica 11 novembre alle ore 17).
Seguirà “Alice attraverso lo specchio”, spettacolo tratto dall’omonimo racconto di Lewis Carroll e proposto da Drammatico Vegetale. “Tu non sai come si tagliano le torte dello specchio”, osservò l’Unicorno. “Prima devi passarle in giro, e tagliarle dopo”. Sembrava una sciocchezza, ma Alice molto obbedientemente si alzò, fece il giro col piatto, e la torta si divise in tre fette. Succedono cose di questo genere ad Alice nel suo viaggio dall’altra parte dello specchio. Ma cosa c’è dietro/dentro lo specchio? Le stesse cose che ci sono nel mondo reale? Ma una cosa non può essere in un posto e contemporaneamente in un altro. Allora quello dello specchio è un altro mondo, che obbedisce a regole differenti, dove la destra e la sinistra si scambiano posto, dove il sopra e il sotto sono “sottosopra”, dove il tempo può scorrere all’incontrario, dove accadono tante stranezze simili… (domenica 9 dicembre alle ore 17).
Fuori abbonamento e offerto da Auser, sarà poi la volta di “Caffè doppio”, uno spettacolo di teatro-circo della compagnia Nanni Rossi. Caffè doppio è la cucina dei vostri segreti, uno spazio in cui tutto è possibile e si realizzerà davanti ai vostri occhi con una semplicità spiazzante. Due folletti saranno complici di ricette improbabili, bevande e cocktail improponibili che magicamente si trasformeranno in piatti quasi appetitosi! (domenica 5 gennaio alle ore 17).
Accademia Perduta sarà poi protagonista del palcoscenico con “Il pifferaio magico”, uno spettacolo interpretato da Maurizio Casali e Mariolina Coppola con la regia di Claudio Casadio. È il racconto di una liberazione che utilizza armi quali la semplicità e l’intelligenza per affrontare difficoltà grandi e complesse: un insegnamento ad usare ciò che abbiamo dentro di noi per metterlo al servizio degli altri e contribuire al bene comune. C’è un patto segreto tra il Signore dei topi e il Re della città di Hamelin. I topi sono ingordi di cibo e il Re di monete d’oro. Per questo è avvenuta la grande e terribile invasione… La tranquilla città di Hamelin è governata da gente avida e corrotta, pronta a sacrificare la città per arricchirsi. I topi son dappertutto: nei letti e sui soffitti, nei cassetti e sui piatti; il cuoco li trova in cima alla torta, le lavandaie in mezzo al bucato. La figlia del Re, ignara di tutto, supplica il padre di trovare una soluzione. Si affiggono bandi e giungono, come in una fiera, Imbonitori, Inventori, Ammazzaratti… ma tutto è inutile. Solo il suono del flauto fatato può riportare la speranza su Hamelin (domenica 13 gennaio alle ore 17).
L’ultimo appuntamento in cartellone, proposto fuori abbonamento, sarà “Peter Pan” della compagnia Attori per Sbaglio. La compagnia riunisce periodicamente più di 15 persone innamorate del palcoscenico e che credono che il teatro sia un prezioso strumento per crescere, per chi lo fa e per chi lo riceve, uno strumento che non dà certezze o la verità assoluta ma emozioni, immagini e sensazioni (domenica 3 febbraio alle ore 17).

Abbonamenti (3 spettacoli): posto unico (adulti e bambini): 13 euro
Abbonamenti: da sabato 20 a venerdì 26 ottobre (domenica 21 ottobre esclusa) dalle 10 alle 13 presso la biglietteria del Teatro Goldoni di Bagnacavallo e sabato 27 ottobre dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 19 presso la biglietteria del Teatro Moderno di Fusignano. Si accettano prenotazioni telefoniche (tel. 0545 64330) a partire da lunedì 22 ottobre. Gli abbonamenti prenotati telefonicamente dovranno essere ritirati il 27 ottobre dalle 10 alle 13 o dalle 17 alle 19 presso la Biglietteria del Teatro Moderno di Fusignano.

Biglietti: posto unico (adulti e bambini): 5 euro
Prevendita: il giorno antecedente la data di rappresentazione dalle 10 alle 13. Nei giorni di spettacolo la biglietteria apre alle ore 16.  Promozione speciale: presentando il biglietto del Teatro, verrà applicato uno sconto del 10% sulla consumazione alla carta oppure il menù a 8/10 euro presso i seguenti ristoranti: Pizzeria Hotel Mazzanti, Osteria della Brusca, Pizzeria Dal Magnifico, Agriturismo Podere Rosetta, Osteria L’O, Antica Trattoria del Teatro, Agriturismo Cavecchia. Gradita la prenotazione.

Informazioni: Teatro Goldoni – tel: 0545/64330- teatrogoldoni@accademiaperduta.itwww.accademiaperduta.it
Teatro Moderno – tel: 0545/954194 – www.cinemateatrofusignano.it.