Imola. Un centinaio di persone fra dipendenti comunali  e cittadini fuori a fischiare e gridare slogan contro la società Beni Comuni srl mentre all’interno del Con.Ami di via Mentana lo scontro fra l’amministratore delegato Loris Lorenzi, sindacati e Rsu è diventato ancor più duro delle settimane precedenti. Evidentemente i nuovi vertici non hanno gradito striscioni con la scritta “Bugiardi!”, palloncini con riferimento al sindaco Daniele Manca e la presenza delle bandiere di alcune forze politiche come quelle di Sel e del Movimento 5 stelle.

“Quando Lorenzi ci ha proposto di firmare il verbale nel quale c’era la sua proposta di dare il contratto gas-aqua agli impiegati e quello degli enti locali per gli operai – spiega Attilio Mazzanti delle Rsu Csa-Ral – , gli abbiamo fatto presente che non eravamo d’accordo. A quel punto l’amministratore delegato ha ribadito che a decidere era lui e che avrebbe fatto un contratto gas-acqua per tutti. Ma prima vogliamo parlare con il sindaco e l’assessore al personale Donatella Mungo che ci avevano detto cose diverse. Altrimenti non ci resterà che proclamare nuovamente lo stato di agitazione per continuare la lotta ed, eventualmente, decidere di scioperare”.


(m.m.)

Leggi – BeniComuni: condizioni inaccettabili per i dipendenti