Imola. Incontro-scontro al centro sociale La Stalla fra i dipendenti comunali che dovranno passare alla società Beni Comuni srl e la giunta rappresentata dall’assessore Donatella Mungo e dal direttore generale Michele Bertola.

“E’ stata un’assemblea lunga circa quattro ore ma deludente – sottolinea  Attilio Mazzanti Rsu del sindacato autonomo Csa-Ral – perché da consumata politica la Mungo ha cambiato versione varie volte lasciando aperti i problemi più importanti che avevamo posto: un contratto degli enti locali uguale per tutti e tutele concrete per chi sceglieva l’assegnazione temporanea alla nuova società fino a luglio del 2014”.


Come mai? “Per prima cosa – sottolinea Mazzanti – abbiamo chiesto perché non ci fosse il sindaco Daniele Manca ma l’assessore ha  risposto che rappresentava tutta la giunta. Purtroppo la Mungo è stata evasiva sul tipo di contratto che ci verrà applicato e ha confermato che chi sceglierà l’assegnazione temporanea sarà soggetto a rischi maggiori rispetto a tutti gli altri”.

Sembra però che su una vicenda sulla quale è aperta una battaglia da parecchi mesi debba ancora essere messa la parola fine. Lunedì 5 novembre i dipendenti comunali si vedranno con l’amministratore delegato Loris Lorenzi e poi la lotta andrà avanti a oltranza. A meno di un intervento “in zona Cesarini” di Manca.
(Massimo Mongardi)