Imola. Il Comune insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio anche per il 2012 hanno istituito “Insieme per le famiglie, la scuola e il lavoro”, un progetto che si pone l'obiettivo di contrastare il precariato per i giovani e sostenere le famiglie nelle spese scolastiche.

Con alcune novità: la regione Emilia Romagna quest’anno finanzierà con circa 300.000 euro la branca denominata “Lotta al precariato” (consistente nell’erogare contributi alle aziende che stabilizzino lavoratori precari) che l’anno scorso era sostenuta con le risorse della Fondazione. Ciò permetterà alla Fondazione di evitare di impegnarsi su quest’aspetto e quindi finanziare di più altri settori.

L’Assessore alla scuola Marco Raccagna commenta: “un intervento ulteriore della Regione sulla lotta al precariato in qualche modo ci inorgoglisce, in quanto di fatto estrapolato da ciò che ad Imola appunto noi e Fondazione stavamo facendo e da un lato conferma il nostro esserci incamminati su una buona strada, dall’altro, l’attenzione della Regione alle buone pratiche locali. La crisi non è assolutamente finita, occorre essere consapevoli che nel frattempo il Governo ha continuato a bastonare gli Enti locali in modo lineare ed irrazionale, non facendo alcuna differenza tra chi come Imola i servizi li ha e di grande qualità e chi invece non ha nulla. Nonostante ciò, insieme alla Fondazione, continuiamo a cercare di accompagnare i lavoratori e le famiglie imolesi che hanno più bisogno ad attraversare il mare in tempesta. Ed i numeri sono impressionanti, perché basti pensare che i bambini aiutati attraverso le agevolazioni o i contributi sulle rette sono quasi 1900 su una popolazione scolastica di riferimento (dal nido alle scuole primarie) di quasi 5400, più del 30%”.