Faenza. “La Tiglia, Chino e gli altri eroi romagnoli di tutti i giorni” (Edizioni Tempo al Libro) è il titolo del libro di Alberta Tedioli che verrà presentato sabato 10 novembre, ore 17.30, alla Bottega Bertaccini (corso Garibaldi 4). Parteciperà Claudio Samorì, sindaco di Modigliana.
 
Se Cristiano Cavina è il narratore di Casola Valsenio (e della Romagna), Alberta Tedioli è la narratrice di Modigliana (e della Romagna). In questo suo nuovo libro, Alberta Tedioli ci racconta le storie di persone vissute a Modigliana nel secolo scorso. Ognuno di loro è stato inconsapevolmente un eroe, anche per una sola azione perseguita per tutta la vita. Non sono eroi della patria, ma eroi della quotidianità, eroi di tutti i giorni, proprio come una volta si dividevano i vestiti, quelli buoni della domenica e quelli di tutti i giorni.
Un anziano considerato autistico ospitato per decenni nella Scuola Materna e che aveva il compito di portare a casa i bambini dall'asilo; un eccentrico che navigava nel torrente con una barca da lui costruita e che caricava i bambini; un professore non-professore che insegnava tutto a tutti; un raccontastorie di piazza; un medico generosissimo; il salotto povero del  calzolaio tuttofare. Non siamo nell'Ottocento di Dickens, parliamo solo di qualche decennio fa. E' un paese, una provincia che genera i propri poeti, della strada, della vita, della quotidianità.
Il libro contiene una sezione fotografica su luoghi, personaggi ed eventi che hanno fatto la storia di Modigliana.
 
Alberta Tedioli è nata e vive a Modigliana. Scrive da molti anni su giornali locali e nazionali e su riviste. Nel 2008, per Tempo al Libro, ha pubblicato il romanzo “Sparagnì l’avaro di Romagna” che ha riscosso un grande consenso ed è giunto alla seconda edizione. Nel 2011, per l’editore Giraldi, ha pubblicato “Le Corte del capofreddo” (una raccolta di microstorie ironiche e surreali) e l’editore Il Mulino ha inserito alcuni suoi brani nel libro “Anni di novità e di grandi cose” di Patrizia Gabrielli.