Imola. E’ nato il logo che dovrebbe essere alla base del progetto per la valorizzazione e promozione del centro storico. Tramite la legge regionale 41 speciale, il Comune di Imola in collaborazione con le associazioni del commercio e dell’artigianato, ha ottenuto dalla Regione Emilia-Romagna 100 mila euro (a cui sono stati aggiunti 30 mila euro di risorse comunali) per rilanciare le attività della parte storica della città. In una serata dedicata agli operatori del centro storico è stato presentato il logo identificativo del centro che ha vinto il concorso di idee, strumento scelto dal “Tavolo di piano d’area” (costituito dall’Amministrazione comunale e da Confcommercio Ascom Imola, Confesercenti, Confartigianato e Cna) per coinvolgere professionisti nel settore della comunicazione e dell’arte grafica nell’elaborazione di un logotipo. Il premio finale per il vincitore è di 2.500 euro (Iva inclusa). Sono arrivati ben 122 progetti e il progetto vincitore è risultato quello dell’architetto Alessandro Titone, quarantenne residente a Imola.

Questo è solo il primo passo verso la definizione di una campagna promozionale, le cui risorse saranno assegnate attraverso un bando pubblico entro la fine dell’anno, e dei laboratori e dei gruppi di lavoro a cui potranno iscriversi gli operatori del centro storico e che si svolgeranno a partire già dalle prossime settimane. I temi che saranno discussi nei gruppi di lavoro riguarderanno la campagna promozionale, la costruzione di un sito internet dedicato al centro, l’organizzazione del programma di Natale e di un nuovo evento, l’evoluzione della governance nel centro storico. Gli appuntamenti hanno come obiettivo quello di formare gli operatori e trasmettere conoscenze così da favorire la loro partecipazione nelle decisioni e nella costruzione di progetti riguardanti il centro storico.

Come sottolinea l’assessore al Centro storico e Attività produttive, Monica Campagnoli: “Il Tavolo di piano d’area crede fortemente in un progetto di promozione del centro incentrato sulla sinergia tra eccellenze: rete culturale, rete commerciale e di pubblici esercizi di grande qualità ed eventi. Il coinvolgimento degli operatori del centro passa anche attraverso la loro disponibilità a ragionare su tutto, eventi in Autodromo compresi. Il nuovo marchio è un simbolo che acquisterà identità e vero significato individuando gli aspetti del centro da promuovere e questa decisione deve riguardare l’Amministrazione comunale, le Associazioni del commercio e dell’artigianato e tutti gli operatori del centro storico”.

L’attuale complessità del quadro economico richiede un salto di qualità nelle risposte prodotte dal “sistema centro storico” nell’ottica di fidelizzare il pubblico del centro sia imolese sia di fuori città. A questo scopo i confini del centro storico inteso come area da valorizzare non sono più pensati in chiave urbanistica ma tenendo conto di un’identità culturale e commerciale del centro che unisce viale Andrea Costa a viale Dante sino all’Autodromo e ricomprende l’area della Rocca sforzesca e del complesso dell’Osservanza, area di prossimo sviluppo anche residenziale.