Ravenna. A pochi giorni dalle primarie ne parliamo con la coordinatrice dei comitati Renzi in provincia di Ravenna, Manuela Rontini.

 

In che modo sono nati nel vostro territorio i comitati per Renzi?


“Nel faentino sono nati parecchi Comitati a sostegno di Matteo Renzi, che stanno animando le attività in tutti i Comuni del territorio. Il primo di questi, di cui sono la coordinatrice, è nato a Faenza, anche per i legami di amicizia e collaborazione istituzionale tra la nostra città e quella di Firenze che, come è noto, sono separate da soli 100 km. Ed è stato proprio il nostro Sindaco, Giovanni Malpezzi, il primo ad iscriversi al Comitato. Sempre a Faenza è poi nato un secondo Comitato, “Merito e Legalità in memoria di Falcone e Borsellino”, le cui attività sono principalmente rivolte al mondo delle professioni. L'ultimo Comitato, ad oggi costituito (ne verrà infatti presentato un altro nei prossimi giorni), “Giovani per Cambiare”, è invece nato su iniziativa di un gruppo di giovani e giovanissimi, con l'obiettivo di rimettere il merito al centro della scuola e delle università. Ci sono Comitati a Brisighella, Castel Bolognese e Russi. C'è un bel gruppo di ragazzi a Solarolo, che ha una pagina Facebook sempre aggiornatissima, e persone che si impegnano, pur senza aver formalizzato un Comitato, a Riolo Terme e Casola Valsenio, anche grazie all'impegno dell'Assessore Milena Barzaglia.”

 

Chi ha aderito a questo progetto e per quali ragioni?

“Al progetto di Matteo aderiscono giovani e meno giovani. Lavoratori e studenti, operai ed imprenditori. Donne e uomini. Iscritti al Pd, delusi del Pdl, e persone che, prima d'ora, mai si sono impegnate direttamente in politica, pur essendo molto attive nell'associazionismo. Tutti accomunati da una speranza: cambiare l'Italia, Adesso!, per dare un futuro migliore alle giovani generazioni.”

 

Quanto incide la presenza dei giovani nei comitati?

“La presenza dei ragazzi è importantissima: il loro entusiasmo e la loro spontaneità danno la carica a tutto il gruppo!”

 

Sta anche nascendo un nuovo interesse alla politica proprio grazie a Renzi?

“La partecipazione di tante persone, le iniziative organizzate che raccolgono sempre un'ampia partecipazione, sono, già oggi, il più bel risultato che le Primarie ci consegnano, soprattutto grazie a Matteo e al coraggio con cui si è messo in gioco. Aldilà di chi vincerà, vedere tante persone che tornano ad impegnarsi in politica, spendendo alcune ore del loro tempo ai banchetti o alle riunioni del Comitato, è il modo migliore per ridare credibilità ad un impegno che vale la pena essere speso. Per le nostre comunità locali e per il nostro Paese.”

( a cura di m.z.)