Imola. “Non lasciamo i lavoratori da soli, riprendiamo questa lotta anche se sappiamo che siam in dirittura d'arrivo e aspettiamo la sentenza del Tar nella speranza che venga scongiurata questa situazione nefasta. Noi ci siamo e non vi abbandoniamo”. Così Francesco Chiaiese, coordinatore di Sinistra Ecologia Libertà di Imola, ha iniziato il suo discorso ieri sera, martedì 20 novembre, davanti ai lavoratori del Comune che dall'anno nuovo passeranno alla società BeniComuni.

Con lui anche Paolo Cento, esponente di nazionale di Sel, veterano di tante battaglie per il lavoro. “E' importante essere qui davanti ai cancelli di un posto di lavoro. La politica in questi anni ha perso una delle ragioni della propria credibilità – ha spiegato Cento – perché ha preferito andare nei talk televisivi e ha disertato per molto tempo i luoghi del lavoro. Essere qui oggi significa affermare alcuni principi fondamentali – ha continuato Cento – il primo è che i beni comuni sono una parola che ci appartiene”.

Si è parlato anche delle primarie del Centrosinistra, che si terranno domenica 25 novembre, con un invito congiunto da parte da parte dei due leader a votare per Nichi Vendola. “L'Emilia-Romagna – ha detto Paolo Cento – è la regione con il più alto numero di comitati per Vendola premier, siamo fiduciosi che da Imola e da tutta la regione venga una grande spinta per vincere le primarie”.

(Leonardo Bettocchi)