Imola. Il progetto “Experiment – Inventa una cooperativa”, ideato e promosso da Legacoop Imola, è arrivato alla dodicesima edizione. A presentarlo alla stampa Rita Linzarini, coordinatrice di Legacoop per questa iniziativa, assieme al presidente Sergio Prati ed al vicepresidente Domenico Olivieri. Il concorso, rivolto ai ragazzi delle classi quarte delle scuole secondarie di secondo grado del circondario imolese, vuole aiutare a diffondere i valori della cooperazione tra i giovani, facendo conoscere loro il modo di fare impresa delle cooperative. Ad aderire quest'anno sono undici istituti, per un totale di ventuno classi.

 

Gli studenti, dopo una prima fase di formazione in aula, sono chiamati a dar vita, sulla carta, ad una nuova impresa cooperativa che possa risultare competitiva, elaborando per essa un vero business plan. Ogni anno a maggio, tutti i progetti vengono valutati da una commissione di esperti che premia i migliori tre con un viaggio premio in una capitale europea. Originalità, fattibilità del progetto, analisi del mercato e del prodotto, probabilità di successo, completezza, sostenibilità ambientale sono alcuni dei parametri usati per valutare i lavori dei ragazzi. Da quest'anno sono in palio inoltre tre buoni del valore di 300 euro ciascuno, offerti dal Gruppo Unipol, per acquistare materiale didattico elettronico presso la LibreiaCoop Zanichelli di Bologna. Unipol Assicurazioni, Assicoop Imola e Unipol Banca hanno confermano il sostegno al progetto e da quest'anno forniranno consulenze formative ai ragazzi con lezioni tenute dai due direttori delle filiali Unipol Banca di Imola. Altra novità di questa dodicesima edizione è l'integrazione del concorso sui social network, tutti i progetti che avranno raggiunto alcuni requisiti minimi potranno essere visti e votati sul web per aggiudicarsi un premio speciale.


 

In undici anni oltre 3.700 studenti hanno partecipato ad Experiment, le idee presentate sono state 262, alcune di esse sono state tradotte in realtà, anche se non dagli studenti che le hanno proposte, diventando imprese a tutti gli effetti. Ora sembra invece che il progetto dei ragazzi dell'Ipia “Alberghetti”, Free Energy Gym, l'anno scorso arrivato al secondo posto, possa concretizzarsi proprio grazie alla determinazione degli studenti che l'hanno immaginato. L'idea è quella di costruire attrezzature da palestra che, collegate a dinamo, possano trasformare l'energia cinetica in energia elettrica utilizzabile direttamente. Il progetto è in fase di studio, si stanno realizzando dei prototipi e gli esperti di Legacoop stanno affiancando i ragazzi, futuri imprenditori, nel percorso che dovrebbe portare alla nascita della loro cooperativa. (Leonardo Bettocchi)