Il Comune di San Lazzaro di Savena ha predisposto il nuovo Piano neve con le procedure ed azioni da intraprendere per far fronte ad ogni possibile situazione di emergenza. Il Piano si articola su cinque livelli di intervento e sono previsti servizi diversi a seconda del livello raggiunto. Anche la viabilità coperta dei mezzi spalaneve cambia a seconda del livello:

Livello 1: è il primo livello di intervento e si attiva per garantire la circolazione sulla viabilità intercomunale e strategica per i servizi pubblici, oltre all’accesso alle scuole e agli edifici pubblici di proprietà comunale. Si attiva in caso di prime gelate e/o deboli nevicate, il cui accumulo di neve sia inferiore a cm 5. E’ previsto lo spargimento di sale da parte di 3 autocarri attrezzati;


Livello 2: come per il Livello 1, si attiva per garantire la circolazione sulla viabilità intercomunale e strategica per i servizi pubblici, oltre all’accesso alle scuole e agli edifici pubblici di proprietà comunale. Oltre alle operazioni di spandimento sale, entrano in funzione anche 10 mezzi sgombraneve. Si attiva in caso di nevicate il cui accumulo di neve sia tra 5 e 10 cm. Sono previste anche operazioni di:
–    pulizia manuale dalla neve e salatura di tutti gli accessi agli edifici pubblici comunali;
–    rimozione della neve dalle annesse scale antincendio e alle fermate del trasporto scolastico qualora l’evento nevoso risulti prossimo alle date di svolgimento del mercato settimanale del sabato, verrà effettuata la pulizia dell’area di piazza Bracci, via San Lazzaro, piazza della Libertà e corte del Palazzo Comunale o delle aree che all’occorrenza dovessero essere individuate in alternativa.

Livello 3: in questa fase è prevista l’estensione del servizio di spandimento sale e sgombero neve su tutta la viabilità secondaria e l’aumento dei mezzi impiegati. Si attiva in caso di nevicate il cui accumulo di neve sia superiore a 10 cm. Sono previste operazioni di:
–    spandimento di sale svolto da 7 autocarri attrezzati
–    rimozione della neve con 19 mezzi sgombraneve
–    pulizia manuale dalla neve e salatura di tutti gli accessi agli edifici pubblici comunali
–    rimozione della neve dalle annesse scale antincendio e alle fermate del trasporto scolastico
–    rimozione della neve e del ghiaccio dai principali parcheggi pubblici (scuole, Stadio, PalaSavena e Piscina Comunale)
–    attivazione del servizio di pulizia dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani da parte di Hera
–    attivazione del servizio di pulizia delle fermate del servizio di trasporto pubblico da parte di Tper
–    monitoraggio delle alberature con eventuale rimozione della neve accumulata
–    in questa fase potrebbero essere attivate misure restrittive della sosta sulle strade più strette

Livello 4: in questa fase, la più delicata, si attivano le procedure del Piano Comunale di Protezione Civile. Il servizio sgombraneve e antigelo opera sotto il coordinamento del servizio di coordinamento delle operazioni e del Centro Operativo Comunale di Protezione Civile (C.O.C.). Le operazioni sgombraneve previste per il Livello 3 saranno potenziate per garantire tutti gli interventi; nello specifico, saranno attivati nuovi mezzi meccanici con pala (pala gommata) ed autocarri nel numero che verrà ritenuto necessario attraverso operatori già ingaggiati. Si attiva in caso di forti nevicate in cui si verifichi almeno una delle seguenti condizioni:
–    accumulo di neve superiore a 30 cm
–    temperature inferiori a -10 °C
Sono previste le operazioni del livello tre e le seguenti:
–    spandimento di sale svolto da 7 autocarri attrezzati;
–    rimozione della neve con 19 mezzi sgombraneve;
–    attivazione di mezzi con pala gommata;
–    rimozione della neve e del ghiaccio dalla viabilità, dai parcheggi pubblici, dagli edifici pubblici (se necessario per garantire la pubblica incolumità, anche di edifici di altri Enti) e dalle alberature pericolanti. La neve rimossa in questa fase sarà trasportata in via Aldo Moro (o in altra sede individuata) in un area predisposta alla discarica. Per lo sgombero della neve dai coperti e dalle alberature si farà ricorso ai mezzi che saranno resi disponibili dai relativi gestori (Global Service edifici e Global Service verde).  Per la rimozione manuale della neve da edifici pubblici e/o privati in questa fase sarà possibile ricorrere all’utilizzo di volontari, sotto il coordinamento del C.O.C.

Livello 5: è la fase di fine emergenza, che può seguire ciascuno dei precedenti livelli (1-4). Si attiva a fine emergenza, a conclusione di nevicate o gelate. Sono previste operazioni di:
–    completamento della rimozione della neve dalla viabilità e dagli edifici pubblici;
–    completamento della pulizia di parcheggi, strade-parcheggio, piazze (se utilizzate per funzioni pubbliche quali mercati, fiere, manifestazioni, ecc…), piste ciclabili e marciapiedi prospicienti le proprietà comunali.

Inoltre, è stata disposta un’ordinanza che ordina l’utilizzo di pneumatici invernali o l’obbligo di catene a bordo sull’intero territorio comunale per tutti gli autoveicoli fino al 15 aprile 2013 e per tutti quelli che percorrono le strade comunali. L’ordinanza ordina anche l’istituzione del divieto di sosta in caso di nevicate sopra i 10 cm. sulle vie Venezia lato ovest (da via Repubblica a via Modena); Torino lato est (da via Modena a via Gorizia); Gorizia lato nord (da via Venezia a via Torino).

Quando scatta l'allerta neve?
Il primo servizio di monitoraggio delle previsioni meteo fa capo all’ARPA (Agenzia Regionale Prevenzione e Ambiente) che, in caso di fenomeni particolarmente intensi, provvede ad allertare il Servizio di Protezione Civile della Regione Emilia Romagna; da quest’ultima partono gli avvisi alle Prefetture e quindi ai Comuni.
Da questo momento i servizi comunali sono attivati per il monitoraggio diretto della situazione e per gli eventuali interventi sul territorio.

Cosa deve fare il cittadino
Nelle situazioni di disagio dovute al maltempo, il Piano Neve da solo non basta: sono determinanti le azioni di collaborazione e responsabilità dei cittadini. L’adozione di comportamenti corretti consente di ridurre le difficoltà e i rischi negli spostamenti e, allo stesso tempo, agevola il lavoro di chi gestisce il servizio neve.
Sono previsti alcuni obblighi per i cittadini:
–    i proprietari degli immobili devono rimuovere la neve dai marciapiedi o dai percorsi posti di fronte alla proprietà. Anche la pulizia dei passi carrai rimasti chiusi a seguito dell'intervento dello spazzaneve spetta agli utilizzatori del passo carraio stesso.
–    se c'è pericolo di caduta, i proprietari di stabili e/o gli eventuali conduttori devono  togliere la neve e il ghiaccio che si forma sui tetti, osservando tutte le cautele che si rendano necessarie per non recare danno a persone o cose sottostanti. A tal fine devono essere delimitate e opportunamente segnalate le zone di caduta, osservando le disposizioni all'uopo impartite dall'Autorità Comunale a garanzia della circolazione.
–    è vietato ammassare neve sul verde pubblico a ridosso di siepi o piante.

Alcuni consigli
–    durante la nevicata, limitare l'uso dell'auto privata ai soli casi strettamente necessari
–    utilizzare i trasporti pubblici: treno e bus collegano bene San Lazzaro a Bologna
–    percorrere i marciapiedi con la massima attenzione – la necessità di depositare la neve rimossa dalla sede stradale su parte del marciapiede ne riduce la normale percorribilità, per cui occorre la massima cautela
–    se possibile, usare il garage, lasciando libera la sede stradale
–    mantenere una guida prudente e camminare con attenzione sui marciapiedi controllandolo lo stato della pavimentazione
–    utilizzare scarpe adeguate
–    non parcheggiare sotto gli alberi

Nei prossimi giorni sarà disponibile un opuscolo che spiega i punti principali del Piano, su Sanlazzarotv.it, la webtv del Comune, sarà on line uno spot ed il numero di dicembre del periodico San Lazzaro Città dedicherà un approfondimento ai livelli di intervento. Il sito dell’ente ha dedicato una sezione al Piano Neve dove consultare il Piano, una scheda informativa, i livelli di intervento e le FAQ del servizio neve. Inoltre, informazioni sull'evoluzione dei fenomeni meteorologici e sulle misure adottate dal Comune di San Lazzaro, saranno disponibili sulla newsletter del Comune e sull’account istituzionale @ComSanLazzaro su Twitter.

Per saperne di più clicca qui >>> e qui >>>