Imola. “Cambiamento” e “unità”, sembra che queste siano le vere parole d'ordine delle primarie del Centrosinistra. Senza la pretesa di aver svolto una rilevazione attendibile dal punto di vista statistico, ascoltando le parole degli elettori fuori dai seggi la quasi totalità dei commenti si spostano tra questi due poli. Un'esigenza forte di rinnovamento per la politica tutta e la voglia che da lunedì si possa cominciare a pensare al Paese, senza troppe liti o contrapposizioni interne, ché gli elettori del Centrosinistra ne hanno già viste troppe.

 

Nel circondario imolese Bersani parte con un vantaggio di 1.219 voti, pochi per avere un risultato certo al ballottaggio di domenica 2 dicembre. Tutto è da vedere. Sono 1.424 i cittadini che hanno dato la loro preferenza a Vendola nel primo turno, in tutto 433 quelli che avevano scelto Tabacci o Puppato, in totale fanno 1.857 gli elettori che dovranno scegliere come ricollocarsi. A questi vanno aggiunti tutti quelli che il 25 novembre non hanno votato e che invece al ballottaggio si presenteranno ai seggi muniti di (valida?) giustificazione per scegliere il loro candidato premier.


 

Come già domenica 25 novembre anche per la sera del ballottaggio Leggilanotizia seguirà in diretta lo spoglio per dare in tempo reale gli aggiornamenti sull'andamento del voto. (l.b.)