Imola. Un altro Pedibus ha preso il via. Dopo quello delle scuole elementari Cappuccini, lunedì 17 dicembre sono stati i bambini e le bambine della Rubri Zolino ad avviare l’esperienza. Ad attenderli il sindaco di Imola, Daniele Manca, che li ha accompagnati lungo il percorso, approfittando dell’occasione per accertarsi di persona degli ultimi interventi di messa in sicurezza che sono stati realizzati e dello stato di avanzamento del “Progetto integrato della ciclabilità urbana della città di Imola” cofinanziato dal ministero dell’Ambiente Tutela del territorio e del mare. Il Pedibus della Rubri Zolino, con la Linea Verde che attraversa il parco Europa Unita e la Linea Rossa che parte da Pontesanto, permetterà a circa 30 bambini di giungere alla loro scuola puntuali per l'inizio delle lezioni.

 

Il sindaco si è intrattenuto con gli alunni e gli accompagnatori, ma si è anche fatto illustrare dai tecnici dell’Amministrazione comunale, gli interventi realizzati e ha verificato direttamente la sicurezza dei percorsi, come quelli nell’abitato di Pontesanto, dove è stata rifatta la segnaletica (quella marginale, dei parcheggi, della banchina lungo-strada) per evidenziare l’obbligo di moderazione della velocità nell'abitato, o quelli relativi alla realizzazione di un sottopasso e di un attraversamento. I tecnici del Comune hanno evidenziato come la realizzazione degli interventi previsti per la messa in sicurezza del Pedibus siano in realtà funzionali al miglioramento della qualità della sicurezza complessiva all’interno delle zone abitate, e come gli Uffici tecnici della città abbiano acquisito ormai competenze specifiche condivise a livello nazionale.

 

I partecipanti al Pedibus, al loro arrivo a scuola, sono stati accolti dalla dirigente dell’Istituto Comprensivo 6,  Loretta Salaroli, che ha donato al sindaco l’ultima pubblicazione “Sicuri in città”, a cura del dott. Valter Baruzzi, dell’associazione nazionale Camina. La pubblicazione contiene le esperienze delle scuole primarie Cappuccini e Sante Zennaro. “Questo gesto –  ha specificato la dirigente Salaroli – vuole sottolineare l’importanza del lavoro fatto assieme agli alunni e le grandi aspettative nei confronti dell’Amministrazione comunale, perché valorizzi sempre di più queste esperienze che coinvolgono l’intera comunità”. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del “Progetto integrato della ciclabilità urbana della città di Imola”, avviato grazie ai finanziamenti dell’Amministrazione comunale,  a quelli ottenuti da un Bando del, ma anche a quelli che provengono da alcuni partner privati,  e che  è finalizzato a razionalizzare il sistema della ciclopedonabilità, a promuovere il Pedibus e la bicicletta, come veri e propri mezzi di trasporto urbano alternativi all’automobile. Collaborano al progetto, oltre agli Istituti Comprensivi di Imola, anche il Cras (Centro ricerche applicate per lo sviluppo sostenibile)  per il lavoro d’indagine e monitoraggio sugli effetti ambientali, la Fondazione Univerde, per la comunicazione e promozione e Area Blu per la realizzazione di alcuni interventi infrastrutturali.