Imola. Brutte notizie per i dipendenti comunali che dal 1° gennaio dovranno passare alla società BeniComuni srl. Il Tar regionale ha infatti bocciato la loro richiesta di sospensiva del provvedimento della giunta Manca e li ha anche condannati a pagare interamente le spese legali per complessivi 3000 euro. La sentenza spiega che “non esistono profili che possano condurre all'accoglimento del ricorso e quanto all'eventuale danno è previsto il rientro integrale del personale in caso di scioglimento della società”. Delusi i lavoratori del settore manutenzione e i sindacati, in particolare il Csa-Ral, che li aveva sempre sostenuti.
“E' un brutto regalo di Natale da parte della giunta Manca – afferma Attilio Mazzanti delle Rsu per il Csa – comunque attendiamo il giudizio di merito che dovrebbe arrivare in aprile. Ricorderemo bene questa poco edificante vicenda quando entreremo nel seggio elettorale”.
(m.m.)