Arriva con un sms l’avviso di interruzione programmata del servizio idrico. E’ questa la sperimentazione avviata nelle ultime settimane da Hera nei Comuni di Imola, Castel San Pietro Terme, Dozza e Medicina. Circa 20.000 clienti hanno già ricevuto un primo sms che informa dell’avvio di questo nuovo servizio: in caso di interruzioni pianificate dell'acqua o cali di pressione, verranno informati in anticipo ovunque si trovino, per ridurre al minimo i disagi. Un servizio che si aggiunge al volantinaggio o l’avviso tramite megafono già previsti in questi casi.

Il servizio di avviso verrà ampliato man mano che i clienti forniranno il numero di cellulare
Attualmente i clienti che hanno ricevuto l’avviso di avvio del nuovo servizio sono quelli che hanno comunicato il loro numero di cellulare al momento della sottoscrizione del contratto acqua e quindi contattabili per comunicazioni tecniche. Chi volesse comunicare il proprio numero per attivare il servizio o cambiare i propri riferimenti, perché il numero già lasciato non è più corretto, può farlo accedendo dal sito www.gruppohera.it alla pagina web relativa agli estremi del proprio contratto (Sportello Her@ on-line).
Il servizio verrà quindi ampliato via via che i clienti autorizzeranno l'utilizzo dei propri numeri di cellulare. Per raggiungere il più alto numero possibile di persone, Hera sta lavorando anche per avvisare via sms i cittadini che hanno un unico contatore dell’acqua condominiale, non raggiungibili in questa prima fase sperimentale.

L’sms parte per le interruzioni programmate: nelle prime settimane avvisati oltre 470 clienti
L’sms di avviso verrà inviato per ogni interruzione programmata, di cui quindi si conoscono orario e giornata. Restano escluse, almeno in questa prima fase, le interruzioni causate da rotture accidentali, e quindi non previste, di cui si occupa il Pronto Intervento.
Già nelle prime due settimane di operatività i cittadini del territorio avvisati tramite sms sono stati 472 per 16 interventi realizzati.
Il sistema è stato sviluppato sulla piattaforma Web GIS, già utilizzata in azienda e quindi perfettamente integrata con il sistema informatico del Gruppo, ed è pensato per essere usato in modo autonomo dagli operatori di Hera che, sfruttando un unico ambiente software, possono svolgere tutte le operazioni: consultare la banca dati cartografica di reti e impianti, effettuare l’analisi delle rotture producendo contestualmente in modo automatico le liste di clienti interessati alla mancanza di erogazione, inviare sms precompilati per tipologia e durata del  disservizio, da completare con la sola data e ora.
Contestualmente all’sms parte una mail che avvisa gli operatori del call center tecnico del Pronto intervento che sono così in grado di fornire informazioni aggiornate e puntuali ai cittadini che si rivolgono a loro.

La sperimentazione, che è attiva anche in alcuni comuni dell’area bolognese, durerà circa 3 mesi, un periodo utile a verificare l’efficacia del sistema e le eventuali criticità, con l’obiettivo di estenderlo a  tutti i Comuni serviti e renderlo adattabile anche  ad altre realtà operative del Gruppo.