Imola. I tre comitati che hanno sostenuto Matteo Renzi alle primarie del centrosinistra non si fermano solamente alla denuncia sulla candidatura di Daniele Montroni alle parlamentarie del Pd come caduta dall'alto. Anzi, si aspettano un sussulto dal sindaco Daniele Manca affinché accolga la maggior pare dei punti; in tal caso lo appoggeranno con una lista civica alle elezioni amministrative.
“Stiamo facendo incontri e considerazioni interne nella speranza di identificare l’appoggio allo stesso candidato alle parlamentarie – sottolinea Mirco Cantelli -. Intanto lasciamo la scena alle diverse anime del Pd, che si contano e decidono di appoggiare questo o quello, in vista delle amministrative. Noi invece stiamo lavorando, ed è la cosa cui teniamo di più, per non disperdere quanto fatto e quindi poter riportare a votare tanti di quel 43% che ha premiato  Matteo Renzi alle recenti primarie Pn nazionale. Perché crediamo che il vero patrimonio del Pd debba stare negli elettori, non solo negli iscritti. La politica non può continuare ad essere solo autoreferenziale, deve guardare fuori e soprattutto deve attrarre chi sta fuori. E per farlo ha una sola strada, la trasparenza. Per questo, per dare garanzie ai cittadini, vorremmo che il nostro sindaco, Daniele Manca, a proposito dei 43 punti, incominciasse facendoci finalmente sapere cosa intende fare sulla più importante partecipata del Comune di Imola, in vista della imminente possibile perdita del suo presidente. Stavolta non c’è l'alibi dei tempi stretti, come per il candidato al Parlamento: per la presidenza del ConAmi vogliamo indicazioni sui profili identificati, sul loro curriculum e sui criteri di scelta: vogliamo che non sia la solita scelta calata dall’alto, ma sia una scelta condivisa”.
(m.m.)