Castel San Pietro Terme (BO). Tanti presepi, ben 33, nel centro storico vestito a festa, allestiti nei negozi dagli stessi commercianti in collaborazione con gli artisti castellani delle associazioni “Circolo Artisti Castellani” e “Arte in Essere”. Da non perdere quelli meccanizzati nelle chiese dei Cappuccini e dell’Annunziata. Presepi in terracotta, in ferro battuto, in legno, in tessuto, in madreperla, in ceramica e persino in cartone riciclato, tradizionali, antichi, moderni e anche etnici, provenienti da vari paesi del mondo. L’elenco completo e la mappa sono pubblicati sul sito del Comune, ma è davvero facile trovarli: sono indicati dal logo “Seguendo la Cometa”.
Oltre a quelli nei negozi, si possono visitare tanti altri suggestivi presepi anche nelle chiese della città e del territorio. Da non perdere il presepe artistico computerizzato della chiesa dei Frati Cappuccini con ingresso all’inizio di via Viara. Realizzato con strutture in miniatura ispirate a costruzioni ed edifici reali delle nostre zone, è costellato di decine di statuette, animate da un dispositivo elettronico, raffiguranti scene di vita e mestieri che si svolgevano a Castel San Pietro Terme e nelle terre di Romagna.
Particolarmente amato dai bambini, il grande presepe meccanizzato opera di suor Angela e di alcuni volontari, all’interno della chiesetta dell’Annunziata in via Mazzini.
Fra i più apprezzati quello esposto nella chiesa di Santa Maria Maggiore, realizzato nel 1943 dal grande artista castellano Cleto Tomba. E’ composto da una quarantina di statuette in terracotta, alcune delle quali raffiguranti scene di vita e personaggi castellani del periodo in cui l’artista è vissuto a Castel San Pietro Terme.
Inoltre in piazza XX Settembre è visibile sotto l’albero di Natale quello composto di statue a grandezza naturale realizzate dall’artista castellano Gianni Buonfiglioli.
Info e aggiornamenti: Ufficio Turismo tel. 051 6954159 – www.cspietro.it.