Imola. Un'intesa positiva per tentare di salvare le Grafiche Galeati, impresa storica della città, da tempo in grande difficoltà. A Bologna c'è stato un incontro fra i rappresentanti della proprietà e i sindacati di categoria di Cgil e Cisl. L’accordo prevede la prosecuzione del percorso già autorizzato dal Ministero del Lavoro con l’utilizzo della Cassa Integrazione Straordinaria fino ad Aprile 2014. Durante la Cigs si attueranno i prepensionamenti per i lavoratori che ne hanno i requisiti e si applicherà la mobilità solamente su base volontaria.
La mobilità decisa dall’azienda scatterà quindi solamente al termine del periodo di Cigs, fatto salvo ulteriori proroghe in sede di verifica finale, e togliendo dal monte complessivo di esuberi i lavoratori che aderiranno al prepensionamento e alla mobilità volontaria. Durante la cassa straordinaria sono stati concordati interventi di riqualificazione professionale per tutti i lavoratori e  opportunità di distacco presso altre aziende al fine di ridurre ulteriormente il numero degli eventuali esuberi fra circa un anno.
L’accordo evita quindi il ricorso a immediati licenziamenti collettivi unilaterali e prevede inoltre momenti di confronto sul piano industriale, in fase di predisposizione, una volta che lo stesso sarà stato presentato al tribunale (come previsto dalla procedura di concordato di continuità aperta dall’azienda).
Le organizzazioni sindacali hanno ribadito la disponibilità a rivedere l’organizzazione produttiva nell’ambito di un confronto che partirà entro gennaio. I sindacati esprimono soddisfazione per l’intesa raggiunta che recepisce molte delle richieste avanzate e segna un punto di inizio di un percorso finalizzato alla salvaguardia del sito produttivo imolese. Da sottolineare il grande coinvolgimento dei lavoratori sia nella mobilitazione che nella partecipazione in folta delegazione all’incontro.
(m.m.)