Mestre (Ve). Grandi tele che raccontano mondi infiniti attraverso tracce geografiche e immagini collage: sono le affascinanti opere inedite di “Poesia Visiva” che l’artista castellana Anna Boschi  espone nella personale “Geography, Alice! … beyond…” che si inaugura domenica 20 gennaio alle ore 16 alla Galleria 3D di Mestre (Ve) in piazzale Candiani 31. (Lo spazio che ospita l’esposizione è nella galleria del Palazzo Donatello, a due passi dal Centro culturale Candiani).

Al  vernissage l’artista presenterà la performance “Ascoltando” di Liibaan con la partecipazione della piccola Lavinia. Presentazione di Lucia Majer. La mostra, curata da Sara Sist, è visitabile fino al 9 febbraio su appuntamento  (tel . 049 9130263 – 349 8682155). Testo in catalogo di Carmelo Giummo.

Anna Boschi traccia segni geometrici in aree aperte quasi ad indicare spazi infiniti in cui le tracce geografiche si perdono e si incontrano sulle grandi tele delimitate agli angoli da molteplici immagini collage che ne determinano gli equilibri spaziali.

Le grandi tele raccontano storie infinite dove le tracce delicate e leggere sostengono mondi poetici liberando nell’aria le regole di giuochi intimi e “giardini” del nostro inconscio alla ricerca della magia del sogno e dello stupore smarrito.

Gli sguardi incantati nei collage attraversano gli spazi delicatamente tracciati nei mondi infiniti della fanciullezza, con maestria e certezza, specchi dell’anima, specchi dell’esistenza. I cromatismi delicati e intricati hanno il sapore del nostro profondo inconscio, delle nostre emozioni, delle nostre gestualità, della nostra quotidianità. L’opera si fa così luogo di prove percettive, mediante la progettualità sperimentale dell’artista che recupera anche i rituali e l’iconografia della civiltà dei consumi e dei mass media effettuandone la scomposizione con esiti di ironica e spiazzante paradossalità.

Anna Boschi è pittrice verbo-visiva. La sua ricerca è incentrata principalmente sul rapporto parola-immagine. Espone dal 1974 e dal 1982 si dedica esclusivamente a questa attività. A tutt’oggi ha al suo attivo oltre cinquanta personali e numerose mostre di gruppo in Italia e all’estero. Nel 2000 partecipa alla Triennale di Bologna, nel 2003 alla Biennale di Venezia-Sez. Extra 50 e nel 2004 alla London Biennale. Rivolge il suo interesse alla Visual Poetry, ai Libri d’artista, alla Mail Art e alla Performance.