Il giornale antifascista inglese “Hope Not Hate” ha organizzato una campagna per impedire che i gruppi neofascisti presenti nel Parlamento Europeo ricevano i contributi previsti per i gruppi parlamentari. Il Parlamento Europeo ha stabilito, a settembre, che i fondi non possano essere destinati a forze che incitano all’odio razziale. Ora si tratta di sollecitare gli europarlamentari italiani a firmare la petizione che potrebbe bloccare questi fondi.

Entro due settimane il Parlamento Europeo stanzierà  i fondi ai partiti politici ed alle strutture di supporto al lavoro dei gruppi. L'Alleanza dei movimenti nazionali europei (Aenm), composte da deputati fascisti e razzisti provenienti da Regno Unito, Francia, Ungheria e Bulgaria, intende chiedere questi soldi.  Scandalosamente, sembra che il segretario generale dell'Unione Europea abbia raccomandato la loro elargizione.

Lo scorso settembre, la Commissione Europea ha annunciato nuove norme per il finanziamento dei partiti politici europei, per garantire che i fondi europei siano dati solo ai partiti e alle fondazioni che rispettano i valori dell'Unione Europea, cioè “il rispetto della dignità umana, della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza, e il rispetto dei diritti umani, compresi i diritti delle persone appartenenti a minoranze “.

Questo annuncio è il risultato di una forte pressione esercitata da “Hope not Hate” dopo aver appreso che l'Aenm ha ricevuto 300.000 euro nel 2012. “Ora stiamo chiedendo che il Presidente UE applichi la risoluzione 210 (quella sopracitata) per far valere il rispetto di queste nuove norme – affermano i giornalisti di 'Hope not Hate' . Abbiamo bisogno del sostegno di un quarto di tutti i parlamentari, in rappresentanza di almeno tre gruppi politici. Una petizione è stata redatta che sarà sottoposto prima della riunione prevista per il 4 febbraio e già tutti i 13 deputati laburisti hanno già firmato.Ora chiediamo ai deputati di altri partiti di fare altrettanto”.
Tragli eurodeputati eletti nel collegio di cui fa parte Imola vi è Salvatore Caronna. Lo si può contattare all’indirizzo e-mail info@salvatorecaronna.it.

Altre informazioni su www.hopenothate.org.uk.