Bologna. L'azienda del gruppo Finmeccanica da anni ha i propri lavoratori, 290 operai, in Cassa integrazione ordinaria, e tra poco dovrebbero entrare in Cassa integrazione straordinaria.

Bologna. Settore metalmeccanico dei trasporti in crisi a Bologna, crisi inspiegabile vista la grande importanza del trasporto pubblico che dovrebbe aumentare, ma che invece vede in aumento vertiginoso la crisi occupazionale. Parliamo della storica azienda di autobus, Bredamenarini, attualmente nel gruppo Fimeccanica e che da anni ha i propri lavoratori, 290 operai, in Cassa integrazione ordinaria, e che tra pochissimo dovrebbero entrare in Cassa integrazione straordinaria con una dichiarazione, da parte della proprietà, di 90 esuberi.

“Come sindacato abbiamo chiesto all’azienda un Piano industriale, per capire se ci sono le condizioni per cedere e vendere l’ azienda a possibile nuovi acquirenti – afferma la funzionaria Fiom Sandra Ognibene -. Le cose stanno evolvendo in modo precipitoso, giovedì avremo un incontro con la proprietà di Federmeccanica e venerdì con la Regione”.

Ma se le cose ancora non sono definite per il settore trasporti alla Bredamenarini Bus, in un'altra grande azienda storica di Bologna dei trasporti, le Ogr, Officine grandi riparazioni, la fabbrica dove da oltre cento anni si fanno le manutenzioni ai treni, le cose stanno molto peggio: nel 2014 le Ogr chiuderanno e lasceranno a casa 750 operai. Inspiegabile il silenzio stampa per queste due aziende storiche, immotivato silenzio che sta facendo il gioco di chi specula sulla crisi. Mentre per Bredamenarini non si paventa una speculazione immobiliare, per l’area invece sulla quale è sita l’Ogr, nel centro di Bologna in un area vastissima, il rischio, nel silenzio di tanti, è quello di una ennesima operazione immobiliare. Il licenziamento dei 750 addetti delle Ogr, è stato presentato dall’attuale manager delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, il quale prima di diventare manager e licenziare lavoratori, era segretario nazionale del settore trasporti della Cgil. Negli anni scorsi sia la Bredamenarini, sia le Ogr, hanno scioperato contro i tagli occupazionali, governi politici sono stati sostituiti da governi tecnici, ma la minestra è sempre stata la stessa.

(Giuliano Bugani)