San Lazzaro di Savena (Bo). Tante iniziative per celebrare “Il giorno della Memoria”. Venerdì 25 gennaio, alle ore 20.30, a sala Eventi della Mediateca ospita “Janusz Korczak e il diritto dei bambini al rispetto”, reading dedicato al medico e pedagogista polacco che nel 1919 fondò a Varsavia la Casa degli orfani, un orfanotrofio sperimentale basato sull’autogoverno e sulla responsabilizzazione. Introduzione di Letizia Bianchi, già docente di Sociologia della Famiglia. Giulia Franzaresi legge il Diario del ghetto di Janusz Korczak, accompagnamento musicale dal vivo di Marco Dalpane (fisarmonica). A seguire proiezione del film Dottor Korczak di Andrzej Wajda (1990). L’evento è realizzato in collaborazione con Compagnia del Teatro dell’Argine / Itc Teatro di San Lazzaro.

Sabato 26 gennaio, alle ore 17, sempre la Mediateca ospita “La zona grigia”, appuntamento teatrale tratto dal libro di Primo Levi I sommersi e i salvati a cura di Archivio Zeta e Scuola di Pace di Montesole/Progetto Meta Memoryeducationtheatreaction con Enrica Sangiovanni, Gianluca Guidotti (registi e attori di Archivio Zeta) e Mattia Seligardi (educatore della Scuola di Pace di Monte Sole), consulenza storica e didattica di Marzia Gigli e Elena Monicelli (coordinatrici e responsabili formazione Scuola di Pace di Monte Sole). L’ingresso è gratuito su prenotazione (334 9553640; info@archiviozeta.eu), posti limitati.

Domenica 27 gennaio il Museo Memoriale della Libertà (via Giuseppe Dozza, 24 Bologna) apre dalle ore 10 alle 13 e dalle 14 alle 17 per una visita guidata. Ingresso gratuito per tutti i cittadini residenti a San Lazzaro di Savena. Per i non residenti ingresso a pagamento. Per informazioni: tel. 051-461100, info@museomemoriale.com.
Infine, dal 27 al 30 gennaio la Sala di Città (via Emilia, 92) ospita “Perché non accada mai più”, una mostra realizzata da Anffas (Associazione Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) in collaborazione con il Comune di San Lazzaro di Savena che ripercorre la vicenda dello sterminio delle persone disabili e dei malati mentali durante il nazismo. La mostra (inaugurazione domenica 27 gennaio alle ore 10) è aperta dalle ore 10 alle 18.